INIZIATO L’ANNO SCOLASTICO ALL’ISTITUTO “TERRA DI LAVORO” CON INTERESSANTI ATTIVITA’ PROGETTUALI

L’anno scolastico 2019/2020 dell’Istituto Terra di Lavoro è partito con la prospettiva delle interessanti attività progettuali programmate nell’ambito del PON 2014/2020, in continuità con quanto realizzato negli anni precedenti. Il Dirigente scolastico del Terra di Lavoro, dottoressa Emilia Nocerino, credendo nelle opportunità offerte agli studenti dall’Unione Europea attraverso i fondi PON, ha partecipato con successo a tutte le candidature proposte. Nel 2017/2018 è stato completato il Progetto destinato all’inclusione scolastica, con studenti interni impegnati in ben otto moduli, tra attività sportive, musicali, teatrali, informatiche, di orientamento e di potenziamento; nel 2018/2019 sono stati completati numerosi percorsi formativi: la mobilità transnazionale a Malta nell’ambito del Progetto PON ASL; ben quattro percorsi linguistici, in tre diverse lingue straniere, portati a termine nell’ambito del Progetto PON per il potenziamento delle Competenze di base, con numerosi studenti che hanno conseguito certificazioni linguistiche spendibili in ambito scolastico, accademico e lavorativo; un percorso musicale concluso con un emozionante concerto. Nella prima fase del corrente anno scolastico sono quindici gli studenti che, avendo frequentato il corso di preparazione propedeutico e avendo conseguito la certificazione linguistica spagnola di livello B1, sono in attesa di partire per la mobilità transnazionale in Spagna, finalizzata al potenziamento della Cittadinanza europea. Studenti degli indirizzi turistico, grafico e di sistemi informativi aziendali saranno impegnati in un ambizioso progetto professionale che varrà come percorso PCTO, nell’ambito del PON ASL in filiera. Altri studenti sono impegnati nelle attività relative al PON finalizzato alla valorizzazione del Patrimonio culturale del territorio. Nel corso dell’anno si attiveranno, grazie ai fondi PON, percorsi CLIL, nuovi percorsi linguistici nelle tre lingue studiate in Istituto, un corso di Teatro, nonché programmi di mobilità interregionale in Trentino e transnazionale nel Regno Unito, infine un programma di sviluppo di start up nel campo dell’economia circolare. Le attività formative dei PON – FSE sono state affiancate dalla creazione della Sala Concerti, già realizzata, e degli istituendi modernissimi laboratori di Grafica e di Economia aziendale, grazie al successo delle candidature proposte e alla conseguente erogazione di fondi PON FESR.