Intelligenza artificiale e i nuovi paradigmi dell’organizzazione del lavoro

I giovani di Federmanager a convegno sui nuovi scenarî, venerdì 12 aprile a palazzo Ischitella

Napoli – “Intelligenza artificiale (Ai) & i nuovi paradigmi dell’organizzazione del lavoro” è il titolo del convegno organizzato dal gruppo Giovani di Federmanager Napoli, Avellino, Benevento e Caserta domani, venerdì 12 aprile, alle 17, a palazzo Ischitella (riviera di Chiaja, 270).

Federmanager Napoli, Avellino, Benevento e Caserta è una delle 55 articolazioni territoriali di Federmanager, l’associazione di categoria dei dirigenti, quadri superiori e alte professionalità del settore industriale. In questo suo nuovo incontro culturale, formativo e di networking intende analizzare gli impatti dell’Ai sui processi lavorativi e le relative trasformazioni organizzative, nonché individuare le strategie vincenti per la competitività nel presente e nel futuro prossimo.

Nel corso dell’incontro, che vedrà la partecipazione di autorevoli rappresentanti del mondo accademico e delle imprese, si terranno anche workshops interattivi e sessioni di networking di approfondimento, con un aperitivo sociale finale.

Dopo i saluti istituzionali di Giovanni Lombardi, presidente del gruppo industriale Tecno, Luigi Bianco, presidente di Federmanager Napoli, Avellino, Benevento e Caserta, e Antonio Ieraci, coordinatore nazionale di Federmanager, interverranno Aniello Murano, professore di Computer science dell’università Federico II; Albenzo Coletta, cto di Begear; Francesca Mazzi, lecturer in Ai innovation an Law alla Brunei university di Londra; Francesco Serravalle, fondatore di CoworkingSA e presidente del gruppo Sit di Confindustria Salerno; Riccardo Borsari, professore di Diritto penale, Robotica e Ai dell’università di Padova; Corrado Sorge, fondatore e amministratore unico di Hubstrat ed esperto in Web and Digital marketing; Michelangela Scurderi, responsabile del Risk management di Ferrovie dello Stato; Fabio Zurlini, managing partner di HH&partners e docente della Business school dell’università di Bologna e del Politecnico di Milano; Saverio Papagno e Vincenzo Cacace, managers del gruppo Azimut; e Luca Bicchieri, business automation manager di Credemtel.