Italia Viva si prepara alle regionali

Nuovi assetti organizzativi in provincia di Caserta

Italia Viva è partita lancia in resta per l’organizzazione del partito in Terra di Lavoro. Infatti, nell’ultimo incontro organizzativo, tenutosi al Circolo Nazionale di Caserta, si è proceduto alla nomina dei referenti zonali e dei vari settori.
Numerosi i sindaci ed i consiglieri comunali in carica che hanno dato l’adesione al nuovo partito che ha fatto del riformismo la propria bandiera, per poter affrontare le nuove sfide nell’ambito dell’industria e dell’energia, dell’agricoltura e del turismo, dell’ambiente e della cultura, anche con una proposta di riforma costituzionale ben forte, ed in verità già proposta da anni da partiti che stanno sulla sponda opposta della sinistra, quale è l’elezione diretta del presidente della Repubblica.
Tutte queste sfide ovviamente non dovranno essere affrontate solo a livello nazionale, ma in tutti i consessi istituzionali, in modo da poter ricostruire l’intero paese in una visione decisamente riammodernata e capace di porsi in posizione privilegiata nell’agone politico internazionale.
Così nell’incontro di Caserta è stato deciso di affrontare anche il nodo dell’Alto Casertano dando l’incarico di coordinatore zonale alla d.ssa Simona Fracasso, di Tora e Piccilli, ed al dott. Fulco Fusco, di Sessa Aurunca. I comuni riguardanti l’assetto organizzativo affidati a Fracasso e Fusco sono i seguenti: Caianello, Carinola, Cellole, Conca della Campania, Falciano del Massico, Galluccio, Marzano Appio, Mignano Monte Lungo, Mondragone, Pietramelara, Pietravairano, Presenzano, Riardo, Rocca d’Evandro, Roccamonfina, Roccaromana, San Pietro Infine, Sessa Aurunca, Teano, Tora e Piccilli, Vairano Patenora. Nell’ambito di Italia Viva tutti questi comuni costituiscono la circoscrizione di Sessa Aurunca.
A Simona Fracasso è stata data anche la delega ai settori del turismo e della cultura, settori nei quali la dirigente di Italia Viva ha sempre dimostrato grande dimestichezza.
La dott.ssa Fracasso ci ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Sono onorata e felice, anche se riconosco che si tratta di un incarico delicato e che richiede grande lavoro, io mi concentrerò, come ho sempre fatto, sulla promozione territoriale e sulla valorizzazione del nostro immenso patrimonio artistico e culturale. Altro tema che ho a cuore è quello del sostegno all’universo femminile, mi impegnerò per individuare e attuare politiche atte ad agevolare il lavoro e l’impegno delle donne nei vari campi della vita sociale in modo da poter coesistere con la vita famigliare, perché ritengo che l’apporto delle donne in tutti i contesti del vivere comune sia fondamentale.”