La Corri Afragola è di Makad, Maniaci mette le sue avversarie in fila.

Trionfo della Caivano Runners.

Comunicato di Peppe Sacco

Afragola – Parafrasando si può dire: la Corri Afragola è stata una manifestazione podistica con febbre da brivido, anche il caldo torrido si è arreso alla qualità organizzativa, alla parte tecnica dei Top atleti e alla allegra partecipazione dei mille e trecento partecipati con la qualità di gelare con fiaccole di ghiaccio l’intero percorso. Con certezza rimane il successo costruito negli anni dalla New Atletica Afragola da tempo entrata nel calendario ufficiale delle organizzazioni più attese del panorama podistico campano. Il merito nascosto resta quello di una città partecipe e coordinata per fare i grossi numeri in linea di partenza e sul percorso, il resto c’è stata l’arte non improvvisazione di Mimmo Errichiello. La gara Top al maschile con i suoi dieci mila metri mai ha fatto capire il probabile vincitore, tutto sì e chiarito a un metro della linea di arrivo. La vittoria è arrivata dopo 30’45” di gare, ha spezzato il filo di lana il giovanissimo atleta del Marocco Driss Makad (Terzigno Corre) A due secondi dal primo Gilio Iannone (Carmax Camaldolese) Ancora Marocco per il terzo posto con Aziz Lakriti (int. Security Service) con 31’20” La gara in rosa ha contato ben 140 donne in classifica, al vertice si legge il nome di Francesca Maniaci con il tempo finale di 36’43”, l’atleta della Caivano Runners si conta nella 41° posizione dell’ordine di arrivo. Secondo posto per la giovanissima Filomena Palomba (Caivano Runners), terza Teresa Stellato (Atletica Marcianise) con i rispettivi tempi 37’24” e 39’30”. Nella classifica speciale riservata alle società al primo posto si legge la Caivano Runners, seguono Amatori Marathon Frattese e Podistica normanna.