La denuncia dei cittadini. Assembramenti per sottoporsi ai test anticovid all’ASL

Nel periodo in cui non erano ancora obbligatori, alcuni docenti coscienziosi che si erano recati all’ASL di Maddaloni per sottoporsi al test sierologico avevano lamentato disorganizzazione e sovraffollamento, in barba ad ogni norma di distanziamento fisico previsto dalla legge.

Ora che il governatore della Campania li ha resi obbligatori per tutto il personale scolastico, nono stante le prenotazioni telefoniche e gli appuntamenti la situazione è rimasta invariata.

Chi vi si è recato ha constatato affollamenti che non dovrebbero essere consentiti, mancanza di distanziamento, spazi ristretti quindi per tempi di attesa che hanno superato anche un’ora.

Ci è stato riportato che persone che avevano un appuntamento ad un determinato orario, si sono ritrovati in attesa con altri 50 colleghi.

Storie di ordinaria ipocrisia, sperpero di pubblico denaro e di tempo. Ma in attesa di soluzioni definitive non c’è altra scelta, a quanto pare.