La dott.ssa ADELE VAIRO approda nel direttivo nazionale della LEGA ITALIANA DEI DIRITTI DELL’UOMO: nominata Vice Presidente

di GESUALDO NAPOLETANO

ROMA –  Un’eccellenza casertana è appena approdata nel direttivo della LIDU Onlus (Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo). 

La dott.ssa Adele Vairo, donna di spicco del territorio casertano, preside del Liceo A. Manzoni di Caserta, da tempo fortemente impegnata in ambito sociale, culturale e valoriale, è stata nominata all’unanimità, in occasione del Comitato Centrale riunitosi il 24 ottobre 2017, Vice Presidente della LIDU Onlus.

Fondata nel lontano 1919 per volere di Ernesto Nathan, sindaco di Roma dal 1907 al 1913, la ‘Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo’ è la più antica organizzazione italiana, il cui nobile scopo è quello di promuovere e soprattutto tutelare i diritti umani.

Una Onlus (organizzazione no-profit) di radici liberal-democratiche e laiche, che ha la sua sede centrale in Piazza D’Ara Coeli – Roma, e che durante la sua lunghissima storia, ormai secolare, si è sempre battuta in difesa di un’esigenza avanzata in tutti i tempi e in tutti gli ambienti sociali per il miglioramento della condizione dell’uomo: i diritti dell’uomo.

Una LIDU che dopo i disastri provocati dalla Seconda Guerra Mondiale, è riuscita comunque ad operare in Italia, soprattutto grazie all’eccezionale impegno di intellettuali quali Gamberini, Ungari, Bandiera, Arpaia per fare qualche esempio. Oggi è giuridicamente una Onlus, ed è caratterizzata da numerosi comitati operanti in molte città e regioni italiane.

La Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo (LIDU)  è oltretutto membro della Federazione Internazionale dei Diritti Umani (FIDH), fondata nel 1922 su iniziativa di alcune organizzazioni nazionali europee,  che raggruppa ad oggi ben 164 organizzazioni nazionali in oltre 100 Paesi, con sede centrale a Parigi.

Il prestigioso incarico nazionale conferito dunque dalla LIDU alla preside Adele Vairo, gioverà senz’altro anche e soprattutto per la città di Caserta e per l’hinterland casertano, dal momento che uno dei tanti obiettivi della Vairo sarà proprio quello di rilanciare nel nostro territorio l’associazione di cui è neo Vice Presidente.