Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

La Fondazione Valenzi lancia il programma per i 10 anni

La Fondazione Valenzi, in occasione dei 10 anni dal suo inizio e 110 anni dalla nascita del suo ispiratore Maurizio Valenzi, inaugura un calendario ricco di iniziative e appuntamenti.

Accrescere nei cittadini, e soprattuto nei giovani, la consapevolezza del patrimonio culturale, storico e ambientale, dei nuovi diritti civili, sociali e delle politiche di sviluppo con quasi 500 eventi: questo lo spirito che ha caratterizzato sin dalla sua nascita la Fondazione Valenzi che quest’anno celebrerà i 10 anni.

Dal 1° al 19 MAGGIO – Mostra “L’ironia del Sindaco artista. Disegni di Maurizio Valenzi”, al PAN|Palazzo delle Arti di Napoli. La mostra, a cura della docente dell’Accademia di Belle Arti di Napoli Olga Scotto di Vettimo, sviluppa ulteriormente gli approfondimenti promossi dalla Fondazione Valenzi sull’attività artistica e collezionistica e sulla diffusione dell’opera e del pensiero del ‘Sindaco artista’. L’allestimento, a cura degli architetti Iolanda de Mari e Francesco Maria Stazio, consta di 137 disegni, parte di un nutrito numero di appunti visivi eterogenei a cui Valenzi si dedicò costantemente utilizzando carte (anche di fortuna, come quelle con l’intestazione del Comune o della Provincia di Napoli, del Parlamento Europeo e Senato della Repubblica), cartoncini, china e lapis, penna e pennarelli. Instancabile disegnatore, Valenzi pensava per immagini e con queste ha interpretato uomini e realtà.

Eventi in mostra:

1° Maggio dalle 17 – Vernissage. Inaugurazione della Mostra, Premiazione dei disegnatori vincitori del concorso “I Volti della politica del tuo tempo”, Donazione pubblica di alcune opere dell’artista Piero Conestabo alla Collezione Valenzi.

4 Maggio dalle 17 – “L’arte come strumento di comunicazione politica. Da Valenzi alla street art”, a cura di Gennaro Maria Cedrangolo dell’associazione culturale 400ml. L’evento si divide in una prima parte sulla critica politica nell’arte a partire dai disegni vincitori del concorso “I volti della politica del tuo tempo” fino alle opere di street art presenti a Napoli e non solo e alle loro ragioni politiche. Nella seconda parte, analizzeremo lo stile dei disegni di Valenzi, espressione di una comunicazione artistica di umanità oltre che di politica.

8 e 15 Maggio dalle 9 e 30 e dalle 11 – “Pillole di storia politica. Chi erano i protagonisti della politica italiana ritratti da Maurizio Valenzi”, visite guidate a cura del grafico Gaetano Gravina, per raccontare e far conoscere, soprattutto alle generazioni che non hanno vissuto quella stagione politica, i soggetti politici ritratti da Maurizio Valenzi ed esposti in mostra.

10 Maggio dalle 17 – Tavolo di Conversazione: “Maurizio, Napoli, l’Europa. L’impegno europeo di Maurizio Valenzi”, con la moderazione del giornalista Ettore De Lorenzo discuteranno tra di loro gli onorevoli Gianni Pittella e Mario Mauro, riflessioni sull’impegno europeista e l’anima europea di Maurizio Valenzi, convinto interprete delle istanze del Mezzogiorno d’Italia e di Napoli, e sulle principali sfide ed opportunità che l’Unione europea è chiamata ad affrontare alla vigilia delle elezioni europee 2019.

Concorso per giovani disegnatori “I volti della politica del tuo tempo”. Il concorso si rivolge a disegnatori italiani e stranieri under 35 che attraverso il proprio lavoro interpretano liberamente in ritratto uno o più politici italiani/stranieri del nostro tempo oppure donne e uomini impegnati per i diritti civili e sociali o, in alternativa, gruppi, assemblee, momenti di aggregazione politica e di movimenti politici/sociali nazionali e internazionali sempre riferibili alla nostra epoca. I 10 vincitori del Concorso sono selezionati da una giuria d’eccezione e premiati con l’esposizione del proprio lavoro alla mostra “L’ironia del Sindaco artista” presso il PAN | Palazzo delle Arti di Napoli.

22 MAGGIO dalle 15 e 30 – “Napoli, il Mediterraneo, l’Europa” in collaborazione con Europe Direct Napoli, nella sede della Fondazione Valenzi nel Maschio Angioino con Paola Console, project manager ed esperta di programmi e iniziative comunitarie, Pier Virgilio Dastoli, già funzionario della Commissione Europea, e Paolo Pane, ricercatore in Storia delle Istituzioni Politiche Europee dell’Università Federico II, modera il direttore di Repubblica Napoli Ottavio Ragone. L’appuntamento, presso la sede della Fondazione Valenzi al Maschio Angioino, sarà un’occasione per riflettere sulle diverse occasioni che videro Maurizio Valenzi, nel suo articolato percorso politico, confrontarsi con il tema dell’Europa. Nel 1984, eletto in occasione delle seconde elezioni europee a suffragio universale, Valenzi sposò con convinzione il sogno spinelliano di una Europa federale, forte e solidale, diventandone uno dei maggiori sostenitori. Fu, inoltre, interprete di un’Europa che sentiva profondamente legata alle sorti delle aree più deboli e arretrate tra cui il Mezzogiorno d’Italia. Maurizio Valenzi concentrò il proprio impegno per l’Europa intorno a tre temi principali: l’intervento comunitario a favore del Mezzogiorno, che vide nell’iniziativa Operazione Integrata Napoli la sua massima espressione e con la quale continuò a farsi promotore delle istanze e dei bisogni della città di cui era stato sindaco; l’affermazione di un’Europa come strumento di solidarietà e pace fra i popoli; l’instaurazione di solide relazioni con il Mediterraneo e in particolare con i Paesi del Maghreb, promuovendo un ideale di europeismo in grado di varcare i confini europei. A partire da questi tre temi, che appaiono tutt’oggi di eccezionale attualità, il tavolo di conversazione intende – alla vigilia delle elezioni europee 2019 – offrire spunti di riflessione e approfondimento rispetto ad alcune delle principali sfide e opportunità che l’Unione europea è chiamata ad affrontare.

MAGGIO – Mostra itinerante “La razza nemica. La propaganda antisemita nazista e fascista” a cura di Fondazione Museo della Shoah – Onlus, con la collaborazione del Comune di Pozzuoli e della Fondazione Valenzi. La mostra, che si terrà presso Palazzo Toledo (Pozzuoli), approfondisce il tema della propaganda antiebraica, mettendo a confronto le due diverse connotazioni che si svilupparono nella Germania nazista e nell’Italia fascista, evidenziandone le differenze, ma anche le analogie e i legami. L’esposizione mette in rilievo le conseguenze che la propaganda ha avuto sulla sorte degli ebrei d’Europa: dalle misure persecutorie – soprattutto con l’emanazione delle Leggi di Norimberga (1935) – all’istituzione dei ghetti, che sancirono l’isolamento degli ebrei dal resto della popolazione; dalle successive deportazioni allo sterminio fisico nei campi di morte.

Pubblicazione di un volume su “Estate a Napoli” a cura di Giovanni Pinto, con il patrocinio del Comune di Napoli. Quaranta anni fa, a fine giugno 1979, si svolgeva la prima edizione di “Estate a Napoli” voluta da Maurizio Valenzi. Uno sforzo di sprovincializzare la vita culturale di Napoli e del Sud, un’occasione di riscoprire e valorizzare luoghi storici e culturali (Maschio Angioino, Castel dell’Ovo, Sant’Elmo, etc ), ma anche un momento di aggregazione e socialità in una città colpita dalla criminalità, dal terrorismo e poi dal terremoto. L’opera, in uscita a fine giugno, vuole documentare le iniziative sviluppate nel campo dello spettacolo e della cultura al tempo di Valenzi e analizzarne il grande impatto sulla cittadinanza napoletana non solo contemporaneo ma anche successivo.

Pubblicazione di analisi e approfondimenti sull’Amministrazione Valenzi a cura dei giornalisti Ermanno Corsi, Eleonora Puntillo e Giustino Fabrizio, con il sostegno dell’Università degli Studi di Napoli L’Orientale. L’opera approfondirà il tema della politica a Napoli prima, durante e dopo l’esperienza del primo Sindaco comunista, analizzando l’unicità della vicenda napoletana non soltanto nel contesto politico italiano dell’epoca ma anche nel contemporaneo quadro europeo e internazionale.

NOVEMBRE – Convegno di Studi “Il volto della città di Napoli e l’attività dell’Amministrazione Valenzi (1975 –1983)” in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II. A partire dall’esperienza della Giunta della Città di Napoli guidata da Maurizio Valenzi, sarà approfondito l’operato politico e amministrativo, delineando il contesto locale, nazionale e internazionale entro il quale agì e avviò un confronto con le Giunte comunali delle maggiori città italiane di quegli anni. L’iniziativa intende ad approfondire il contesto economico, sociale e politico della Napoli in quegli anni ed a mettere in luce l’impegno civile e l’appassionata militanza politica di Maurizio Valenzi, uomo di cultura, artista, politico di lunga e autorevole esperienza, antifascista militante, che aveva saputo amalgamare le due anime di Napoli, la colta e la popolare, stringendo al tempo stesso relazioni internazionali di altissimo profilo. Tali traguardi, oltretutto, furono raggiunti in un periodo particolarmente drammatico e turbolento per il capoluogo campano come il terremoto del 1980, la paura della camorra e del terrorismo, la lotta contro lo smantellamento dell’Italsider e la deindustrializzazione.

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale