La questione via Cancello arriva in regione. Il resoconto dell’incontro

L'on. Zannini pronto a risolvere l'annoso problema

Nella serata di ieri vi avevamo notiziato in merito all’audizione in regione che si sarebbe tenuta oggi alle 15.00, richiesta dal consigliere Nunzio Sferragatta all’on. Giovanni Zannini, presidente della commissione ambiente, per discutere della problematica relativa la collettore ex Casmez.
All’incontro presieduto dall’on .Zannini erano presenti Nunzio Sferragatta consigliere provinciale delegato all’ ambiente, Giuseppe D’Alessandro assessore ai lavori pubblici del comune Maddaloni, Luca Mascolo Presidente EIC , Franco de Michele per l’EIC provincia di Caserta, Giovanni Ferrara sindaco  di San Felice a Cancello, Giuseppe Guida sindaco di Arienzo, Andrea Pirozzi sindaco di Santa Maria a Vico e Raffaele Lettieri sindaco di Acerra.

Soddisfatto dell’incontro il consigliere Sferragatta che ha dichiarato: ” Il presidente Zannini ci ha garantito tempi brevi e soluzioni tanto rapide nell’immediato quanto definitive. Innanzi tutto siamo stati rassicurati sul fatto che c’è  la copertura economica per risolvere definitivamente il problema, provvedendo alla realizzazione dei 4 km circa di collettore che mancano per arrivare fino ad Acerra e il potenziamento del collettore già esistente, al punto che, già la prossima settimana ci sarà una riunione tecnica per entrare nel merito del lavoro da svolgere. La Regione si occuperà anche di fare da trade union tra le 3 province interessate, Caserta, Napoli e Benevento. Tengo poi a precisare che sia io che il sindaco di Acerra abbiamo chiesto di trovare anche soluzioni temporanee per i coltivatori dei terreni sul territorio di Acerra che subiscono gli allagamenti dei campi, e dei residenti di via Cancello che, con le forti piogge si trovano a percorrere non più una strada ma una fiume pericoloso che lascia danni ogni volta più pesanti al manto stradale. Il mio personale plauso e ringraziamento va all’on. Giovanni Zannini, che, ancor prima di essere eletto si era interessato della questione del collettore e oggi, da presidente della commissione preposta, è stato da subito concreto ed operativo ”

Il lavoro è notevole e prevede una fase di progettazione e di affidamento dei lavori. Si cercherà, compatibilmente con la mole di lavoro da svolgere, di essere quanto più celeri possibili e, nel frattempo, appunto, come richiesto dagli astanti, di agevolare le condizioni di chi subisce da anni questi gravi disagi. Il resoconto del consigliere ci fa capire, che dopo anni di proclami di ogni genere, di promesse, di incontri, finalmente si sta passando dalle parole ai fatti. Vi terremo aggiornati sui vari passaggi che finalmente restituiranno dignità a questa zona.