LE CLERC E QUEL SORPASSO ‘IMPOSSIBILE’ ALL’ARASCASSE DI MONACO

Il Mondiale di F1 è ricominciato, la Mercedes la fa da padrone 6 gare con doppiette la vittoria in Canada con ‘scippo’ non senza polemiche alla Ferrari penalizzata eccessivamente per un ‘ uscita di pista di Vettel che nel rientro avrebbe tagliato la strada ad Hamilton, penalizzazione di cinque secondi e vittoria sfumata nonostante il taglio primo del traguardo in pista del ferrarista.

Oggi però parliamo un po’ dell’altro pilota della Ferrari Leclerc che aveva esordito bene al GP de lBahrein condotto in testa ‘sverniciando’ il quattro volte campione del mondo della Ferrari Vettel un GP che stava meritando di vincere poi un problema tecnico lo ha rallentato a vantaggio del’solito’ Hamilton.

Pilota più giovane irruento a volte eccone un breve ritratto della carriera.

Charles Leclerc nato a Monaco, campione della GP3 anno 2016 e della Formula 2 2017 pilota della Scuderia Ferrari dal 2019. Ha fatto parte dal 2016 al 2018 della Ferrari driver Accademy

Carriera

Leclerc fu amico d’infanzia di J. Bianchi incominciò a correre con i kart sul tracciato di Brignoles, gestito dal padre dello stesso Bianchi. Come Jules, Leclerc si unì alla compagnia di management ARM, comandata da Nicolas Todt.

Kart

Nato a MONACO, Leclerc cominciò la sua carriera nei go kart  nel 2005 e vinse il campionato PACA francese nello stesso anno, nel 2006 e nel 2008. Nel 2009 divenne campione cadetto francese, prima di spostarsi nella classe KF3 nel 2010, dove vinse la Junior Monaco Kart Cup. Continuò a correre in KF3 nel 2011, anno in cui vinse la coppa del mondo CIK-FIA KF3. il trofeo Academy CIK-FIA e i Master dell’ERDF Junior Kart. Negli anni, Leclerc divenne anche membro della compagnia ARM di Todt.

Il 2013 fu l’ultimo anno in cui Leclerc corse nel mondo del karting. Ottenne un 6º posto nel campionato europeo CIK-FIA KZ1 e un 2º posto nel campionato del mondo CIK-FIA KZ, dietro all’attuale pilota di F1della Red Bull M. Verstappen.

Formula Renault 2.0

Nel 2014, Leclerc passa alla Formula Renault per la squadra inglese  Fortec Motorsports. Questo il bilancio della stagione ottenne sette podi, tra cui due vittorie, una delle quali a MONZA, mentre l’altra arrivò nel round finale a Jerez del Fronteira, dove precedette il  russo Matevos Isakjyan. Concluse il campionato al 2º posto, alle spalle di Nick de Vries.

Leclerc partecipò anche all’  Eurocup Formula Renault 2.0, di nuovo con la Fortec, come pilota ospite. Nelle sei gare che corse, concluse sul podio tre volte, tra le quali spiccano un 2º posto al Nurburgring e all’Hungaroring.

Formula 3

Leclerc partecipò alla formula 3 Europea nel 2015, alla guida di una vettura della squadra Van Amersfoort. Nel primo evento stagionale, tenutosi a Silverstone Leclerc ottenne poleposition  in gara-2 e gara-3 dopo che il poleman originario, venne escluso per motivazioni tecniche

A novembre 2015, Leclerc chiuse al 2º posto il Gran Premio di Macao.

GP3 Series

Nel dicembre 2015 Leclerc partecipò ai test poststagionali della GP3 con Art Grand Prix e Arden International. A febbraio 2016 con Nyck de Vries confermò che Leclerc avrebbe corso nella stagione 2016 in GP3 e l’ Art Gran Prix lo ingaggiò la settimana successiva.

Il 26 novembre, dopo Gara 1, si laurea campione della GP3 nonostante il suo ritiro durante la corsa.

Formula 2

Leclerc pilota del team nel 2017

La settimana successiva alla sua vittoria del titolo in GP3, fu confermato che Leclerc sarebbe salito in F2  per la stagione  2017 .

Leclerc domina la prima parte della stagione con 5 vittorie e 7 podi nelle prime 12 gare. Nei primi 7 appuntamenti della Formula 2 ottiene tutte e 7 le pole position, l’ultima però, ottenuta nel Gran Premio di Ungheria, gli viene tolta per una squalifica dovuta a un’irregolarità di un elemento del differenziale sulla sua monoposto . Questo non permette al pilota della Prema Power Team di eguagliare il record di pole consecutive nella categoria che condivide con Stoffel Vandoone. Nell’appuntamento di Spa- Francorchamps ottiene la pole numero 7 sotto una tempesta d’acqua, e domina tutta la feature race con 36 secondi di vantaggio sul secondo classificato Oliver Rowland. Entrambi verranno però squalificati dalla direzione gara per un’irregolarità al fondo delle vetture Nella gara sprint, costretto a partire dal fondo, il pilota monegasco esegue una rimonta fino al quinto posto. A

Nel weekend del Gran Premio di Jerez Charles ottiene la pole numero 8 battendo il record di maggior numero di pole. In Gara 1 Leclerc ha una buona partenza e mantiene la leadership della corsa. Nelle fasi finali entra in pista la Safety CAR  per un contatto tra Matsushita e Ferrucci, questo permette a Oliver Rowlnad di tornare negli scarichi del monegasco e provare a tenere aperto il campionato; infatti, a Leclerc basta finire a punti davanti a Rowland per vincere matematicamente il titolo di Formula due. L

Conclude il campionato in prima posizione con 282 punti.

Formula 1

Leclerc collaudatore della HAAS  nel 2016

Nel marzo 2016, la Ferrari annunciò che Leclerc sarebbe stato uno dei due nuovi piloti inseriti nel FERRARI DRIVER ACCADEMY (di cui anche BIANCHI faceva parte) e che sarebbe diventato collaudatore .

Ad agosto del 2017, Leclerc esegue la prima giornata di test a Budapest a bordo della SF70, ottenendo il miglior tempo di giornata. Sempre nello stesso mese guida ancora una volta per la Ferrari nei test Pirelli 2018.

Leclerc tester per il team SAuber nel 2017

Il 22 settembre 2017 viene ufficializzata la sua partecipazione a 4 sessioni di prove libere.

Il 29 settembre seguente svolge la prima sessione di prove sotto la pioggia nel Circuito di Sepang con il team SAUBER e finisce la sessione in 16ª posizione, mettendosi alle spalle il compagno.

2018: Sauber

Il 29 novembre partecipa al secondo giorno di test nel circuito di Abu Dhabi a bordo della monoposto della scuderia elvetica per ricavare dati sulle mescole Pirelli che saranno in uso nella stagione 2018. Il 2 dicembre dello stesso anno viene ufficializzato come uno dei due piloti titolari del team SAUBER  per il campionato di F1 2018, accanto a  che viene riconfermato.

Leclerc a bordo della SAUBER C37 nelle prove libere del GRAN PREMIO DI CINA 2018.

Nella prima ottiene un 18º posto in qualifica e un 13º in gara, a 20 secondi dalla zona punti. Dopo alcuni weekend di gara difficili, in cui non riesce a mettersi particolarmente in luce, nel Gran Premio, conquista i suoi primi punti grazie a un brillante sesto posto, che gli vale 8 punti in campionato. Nelle gare successive, con l’eccezione del Gran Premio di MONACO, ottiene diversi piazzamenti in zona punti; nel Gp d’Austria, in particolare, si piazza 9º con Ericsson 10º, ottenendo un doppio piazzamento a punti per la SAUBER, cosa che non succedeva dal cina 2015 al gran Premio

Nella gara successiva, è costretto al ritiro per una gomma mal fissata al pit stop mentre era ottavo. In Germania, dopo una buona qualifica, termina nelle retrovie, messo in difficoltà dalle condizioni meteo miste. Nel Gran Premo d’Ungheria è costretto al ritiro per un contatto avvenuto durante il primo giro. Si ritira nuovamente nel Gran Premio del Belgio, in cui rimane coinvolto in un incidente alla prima curva, e arriva undicesimo nel Gran Premio d’Italia a Monza.

Nelle gare successive ottiene due piazzamenti.

2019-presente: Ferrari

Leclerc sulla Ferrari SF 90durante i test pre stagione a Montmelò.

L’11 settembre 2018 la Ferrari annuncia che il pilota monegasco, a partire dalla stagione successiva, avrebbe sostituito Kimi RAikkonen, affiancando Vettel. Dopo la presentazione della nuova monoposto, avvenuta il 15 febbraio 2019, Leclerc scende in pista nella seconda giornata di test pre-stagionali sul circuito di Barcelona, facendo segnare il primo tempo in classifica giornaliera.

Nella prima gara stagionale, in Australia , conclude al quinto posto. Nella gara successiva, il Gp del BAHREIN, diventa il secondo pilota più giovane nella storia della Formula 1, dopo il compagno di scuderia Vettel, a conquistare una pole position, all’eta di 21 anni e 165 giorni, battendo il tempo dell’anno precedente del compagno di squadra Sebastian Vettel. In gara coglie anche il suo primo podio e il suo primo giro veloce inF1, concludendo al terzo posto una gara che il monegasco conduce per la maggior parte, salvo poi cedere i due gradini più alti a Hamilton e Bottas a causa di un problema al motore.Nella terza gara del mondiale, in Cina, ottiene la quinta posizione in seguito ad un ordine di scuderia. Nel GP d’Azerbajan a causa di un errore nell’ultima parte della qualifica si piazza decimo in griglia. Dopo una partenza non eccelsa, supera rapidamente gli avversari, fino a raggiungere la top 5 dopo pochi giri, posizione che mantiene fino al termine della gara. Nel Gran Premio di Spagna si qualifica quinto. Durante la gara non riesce a migliorare la posizione e termina quinto a seguito di diversi team order. Nel Gran Premio , dopo aver sorpassato Lando Norris e Romain Grosjen, fora la ruota posteriore destra a causa di un contatto con il guardrail alla curva Rascasse, nel tentativo di sopravanzare Niko Hulkenberg e danneggia il fondo della monoposto. Il monegasco cerca disperatamente di salvare la gara con due pit-stop ma alla fine è costretto al ritiro.

Ma è proprio il sorpasso su Grosjean che sottolineamo oggi certo una macchina superiore con una partenza nelle retrovie all’ultimo GP di Monaco, una rimonta furiosa e dipserata a Monaco, circuito cittadino dove i sorpassi sono impossibili o quasi. Tuttavia il sorpasso in punto difficile del tracciato merita una menzione sotto il video.

Pochi piloti forse nessuno possono ‘vantare’ sorpassi alla Rascasse di Montecarlo, il ferrarista c’ è  riuscito dopo ritenterà la manovra gli sarà fatale però infatti gli porterà alla foratura della gomma ed al ritiro ma alcune gesta sportive vanno sottolineate anche se fine a se stesse e portano risultati sperati come una vittoria,  con l’audio nei confronti del proprio box di Grosjean incredulo tra il serio e il faceto in inglese HE IS A KAMIKAZE.

LE CLERC CONTRO IL GUARD RAIL A MONACO

 

 

Pochi sono i piloti che hanno fatto sorpassi a Monaco, c’ è Gilles VIlleneuve che vanta dei soprassi a Santa Devota, curva in passato fatale a Schumacher che ha concluso lì la gara con incidenti anche del tedesco pluridecorato alla Rascasse proprio la curva del sorpasso impossibile dove spesso l’impossibile è solo nella nostra mente.

SCHUMACHER A SANTA DEVOTA ARRIVA LUNGO E SI RITIRA ANNO 1996 LA ISTA BAGNATA GIOCHERA’ UN RUOLO IMPORTANTE NELL’ERRORE DEL KAISER

 

M. Schumacher incidente alla RASCASSE

 

sorpassi  a Monaco

SCHUMACHER SOTTO L’ACQUA A MONTECARLO IMMAGINE DI REPETORIO SUGGESTIVA ANNO 1996