L’ex casa comunale di San Marco Evangelista destinata ospeterà un Centro di Servizi sociali nonchè socio sanitario dell’ASL

L’opera, riconsegnata ai cittadini, era rimasta incompiuta per 30anni

SAN MARCO EVANGELISTA – Dopo un periodo lungo trent’anni, nel 2015 a San Marco Evangelista sono stati terminati i lavori di rifacimento dell’ex casa comunale di via Gramsci. Sono serviti trecentotrentamila euro (330.000) di fondi regionali per rimettere a nuovo parte dell’edificio e riconsegnarlo alla comunità. Si trattava di fondi strutturali (Por-Fesr) che furono assegnati alla città sammarchese da parte della Regione Campania sulla base di un progetto di recupero e valorizzazione del centro abitato e dell’edificio che è parte del patrimonio storico cittadino.

Dopo diversi mesi furono terminati i lavori che hanno riguardato tutto il piano terra, l’area scoperta all’interno e un locale del primo piano e del secondo piano dove furono costruite 5 unità immobiliari che avrebbero dovuto soddisfare le esigenze abitative da dare in locazione nel caso in città ci fossero state esigenze abitative. Attualmente già sono inserite attività di tipo socio-culturale quali: Proloco, Ludoteca Comunale e Biblioteca comunale (Delibera di G.M. nr. 97 del 22.07.2009).

L’Amministrazione persegue prioritariamente obiettivi di buon governo che tendono a migliorare la Vita Socio-Sanitaria dell’intera Comunità Locale, favorendo la creazione di strutture in grado di soddisfare esigenze d’Interesse Pubblico e/o per ridurre condizioni di disagio; che a tal fine si intende perseguire attività Socio-Sanitarie, Assistenziali e Socio-Culturali mediante l’istituzione di un “Centro Polifunzionale di Servizi e Socio Sanitario dell’ASL” a disposizione della comunità, che tenda a promuovere azioni dirette sul territorio; che tra le attività d’Interesse Pubblico che si intendono promuovere vi sono: un centro di ascolto Antiviolenza per le donne; un centro polifunzionale per disabili; un centro per attività decentrate dell’ASL Distretto16; spazi per attività Culturali, quali corsi di formazione e attività di doposcuola per bambini in condizioni di disagio; e una sede idonea per il Nucleo di Protezione Civile Comunale.

L’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni VAGLIVIELLO ha, pertanto, ritenuto necessario presentare e far approvare in seno alla Giunta Comunale la deliberazione nr. 102 del 12 novembre 2019 allo scopo di individuare strutture di proprietà comunale, che per le caratteristiche funzionali e logistiche siano in grado di assolvere ai predetti progetti.

Infatti, nella delibera proposta dall’Assessore ai LL.PP. è stata attivata la procedura per dare un diverso utilizzo delle 5 unità immobiliari attualmente destinati ad edilizia residenziale pubblici in un “Centro Polifunzionale di Servizi e Socio Sanitario dell’ASL. Il prossimo passaggio sarà quello di inoltrare tale delibera all’ufficio competente alla Regione Campania per l’ottenimento del nulla-osta all’Ufficio Regionale di competenza per il diverso utilizzo delle 5 unità immobiliari destinate ad edilizia residenziale pubblica.