L’IC “Luca Tozzi” di Frignano e la straordinaria esperienza Erasmus Plus

Frignano-L’Istituto Comprensivo Luca Tozzi di Frignano (CE) ha vissuto dal 2 al 6 maggio 2022 la straordinaria esperienza di una mobilità internazionale del progetto Erasmus. Per una settimana, alunni e docenti provenienti da Spagna, Portogallo e Grecia hanno vissuto presso le famiglie di Frignano e hanno condiviso spazi di didattica e conoscenza del nostro territorio. Il progetto Erasmus KA229, dedicato alla mobilità internazionale degli studenti, ha il titolo SHE’s the change  che letteralmente significa “Lei è il cambiamento”; in realtà SHE’s rimanda ai concetti di Sustenability, Healt (salute), Equality e solidarity. E la solidarietà è stato il tema della mobilità di Frignano, con la collaborazione del GMA di Pozzuoli, un’associazione che si dedica al volontariato in Etiopia, con la Croce Rossa di Casal di Principe e con laboratori dedicati al tema.

Adriana 640×300


In questa esperienza è stata coinvolta tutta la comunità di Frignano con la partecipazione delle famiglie che hanno ospitato con grande accoglienza e generosità i ragazzi provenienti dall’estero e con lo straordinario supporto dell’Amministrazione Comunale che ha accolto le delegazioni con la massima ospitalità. Grazie al team docenti coordinato dalla professoressa Immacolata Corvino e alla dirigente scolastica Gabriella Clemente è stato fatto un percorso didattico, educativo ed umano che rimarrà impresso nel cuore e nella mente di molti studenti.

Gli studenti hanno conosciuto i luoghi più belli della nostra provincia e della Regione Campania. Nella giornata dedicata al centro storico di Aversa il gruppo Erasmus è stato supportato dal liceo artistico di Aversa, che ha curato il percorso guidato fra chiese e monumenti e dal Liceo Cirillo che ha presentato un concerto della sua orchestra. A cura dell’Amministrazione di Frignano una bellissima cena di saluto presso il lido La Selvetta e l’aperitivo finale presso villa Andrea in Frignano. I ragazzi hanno concluso il percorso cantando Blowin’in the wind di Bob Dylan: “E quante volte devono fischiare le palle di cannone prima di essere proibite per sempre? La risposta, amico mio, ascoltala nel vento