L’ISIS “A.Volta” di Aversa organizza un convegno sul femminicidio

Il Dirigente scolastico Prof. ssa Simona Sessa dell’ ISIS “Volta” di Aversa ha organizzato un convegno sul femminicidio insieme ai docenti Coscione Isabella, Farinaro Elena, Iorio Ketty e Cesario Villano, in occasione della donazione di una panchina da parte del sindaco Alfonso Golia del Comune di Aversa, con la partecipazione dell’Assessore alle Pari Opportunità dott.ssa Elena Caterino e l’assessore alla Cultura Dottoressa Anna Sgueglia, le quali -con senso civico e politico- si sono prodigate per la grande riuscita dell’evento del Comune di Aversa in ricordo delle vittime del femminicidio.

La panchina è stata dipinta gratuitamente dall’Associazione “ RISE ART”, presieduta da Cerullo Lucia.

Il Ds Sessa ha ringraziato tutti gli studenti e docenti per l’entusiasmo dimostrato, gli esperti del settore, i testimoni diretti di episodi di violenza, che sono intervenuti e le forze dell’ordine, in particolare il tenente dei carabinieri Di Mario Michele, il primo dirigente della polizia di stato dott. Sepe Antonio e la referente del codice rosso Maione Tommasina.

Il Ds, i docenti e gli studenti fanno fatto presente che quella sul femminicidio è stata solo una delle innumerevoli iniziative realizzate per gli alunni del “Volta”. Infatti quest’ultimi hanno tenuto a precisare che presso il loro Istituto il dialogo con docenti e soprattutto con il Ds Sessa offre e ha offerto la possibilità di vivere la vita scolastica in modo proficuo. Difatti, tanti sono i progetti realizzati, tra cui ricordiamo la cromoterapia, i corsi di diritto con l’ avv. Nico Nobis, i cortometraggi con il regista e sceneggiatore Francesco Albanese, i corsi di canottaggio con l’ex. Campione olimpionico Pasquale Marigliano; i corsi di pugilato con l’esponente delle forze di polizia Fazzina Gianluca; i corsi di salvataggio e pallanuoto con il comandante Antonio Cipriano (che hanno comportato collegamenti con la matematica fisica le scienze e linguaggio filmico). Inoltre, con quest’ultimo corso, è stata offerta la possibilità ad alcuni studenti- con problemi economici- di studiare in modo trasversale e di trascorrere giornate estive piacevoli sentendosi parte integrante dell’Isis Volta.

Il Ds Sessa ha affermato che il compito della scuola consiste nell’ascoltare gli alunni, con il fine di avvicinarli alla legalità. Questo obiettivo può essere perseguito-continua la Dirigente- solo attraverso linguaggi che hanno il potere di attirare la loro attenzione.