Lotta al razzismo – Il calciatore di colore dell’ASD Casal di Principe vittima di razzismo durante la partita

La società esprime la massima solidarietà al giocatore della propria rosa, Souro Toure e domenica scenderanno in campo con un segno di colore nero dipinto sul volto

CASAL DI PRINCIPE – Il razzismo sui campi di calcio italiani si conferma un fenomeno che riguarda anche l’estrema ‘periferia’ del pallone, non solo i grandi stadi della Serie A o i campioni già affermati. L’ultimo caso, dopo le polemiche per gli insulti rivolti dai tifosi dell’Hellas Verona a Mario Balotelli, è scoppiato nella partita disputata domenica 17 novembre 2019 tra la Frattaminorese e l’ASD Casal di Principe 81033, formazioni rispettivamente della provincia di Napoli e Caserta che disputano il campionato di Prima Categoria.

Come evidenziato anche dal referto arbitrale pubblicato dal Comitato regionale LND Campania, al 21’ del secondo tempo i sostenitori della squadra di casa, la Frattaminorese, “intonavano cori razziasti discriminatori contro il calciatore avversario Toure Souro”. La società napoletana è stata quindi multata con una ammenda da 250 euro e con l’obbligo di disputare a porte chiuse la prossima gara interna.

L’avv. Salvatore SCHIAVONE, quale segretario della ASD Casal di Principe 81033, ha comunicato agli organi di stampa che, in occasione della gara interna di Campionato di Calcio di Prima Categoria Regionale Campania in programma Sabato 23 Novembre 2019, con inizio alle ore 14:30, a seguito dell’increscioso episodio di razzismo

che ha coinvolto il calciatore di colore Souro Toure nella sfida di domenica scorsa contro la Frattaminorese, sarà organizzata un evento di solidarietà e vicinanza al calciatore. Per l’occasione i calciatori del Casal di Principe 81033 scenderanno in campo con un segno di colore nero dipinto sul volto.