Maddaloni. Esclusiva: Rissa al campo sportivo.Ecco cosa è accaduto

Domenica mattina, durante la partita della Maddalonese, è avvenuta una rissa tra l’addetto alla biglietteria e un coach di boxe, a causa a quanto pare di un malinteso. rissa che, anche se subito sedata è costata a quest’ultimo una frattura della spalla e una seria di denunce per estorsione, resistenza, violenza e minaccia  a pubblico ufficiale e lesioni.

Abbiamo raggiunto telefonicamente il pugile che ci ha raccontato la sua versione dei fatti:

” Premesso che da maddalonese stimo e rispetto la squadra locale anche se non la seguo e voglio approfittare per porgere le mie scuse alla squadra e ai tifosi, vorrei però raccontare come sono andate le cose. In occasione delle partite in quel tratto di strada si crea traffico e molti sono i veicli parcheggiati. Domenica un pullman aveva parcheggiato bloccando letteralmente l’auto di mia moglie che non riusciva ad uscire dal parcheggio. Mi sono recato alla biglietteria per chiedere di entrare al fine individuare l’autista e liberare l’auto. L’addetto, un immigrato pare di origine indiana, probabilmente non riusciva a capire e credeva volessi entrare senza pagare. Durante la discussione, ad un certo punto sono stato spinto dal bigliettaio e quindi mi sono difeso. A quel punto prontamente sono intervenute altre persone per allontanarmi, che , solo in un secondo momento ho capito che appartenevano alle forze dell’ordine. Oggi mi ritrovo con un referto di 30 giorni per una frattura alla spalla ed una serie di denunce con diversi capi di imputazione. Solo per aver chiesto di spostare un pullman che bloccava l’auto di mia moglie.”

Questa la dichiarazione rilasciataci telefonicamente dalla persona coinvolta nella rissa.