Maddaloni. Il consigliere Iacobelli a difesa delle eccellenze della sanità privata locale. Dura risposta a Marone

La campagna elettorale entra nel vivo

Le iniziative a difesa del territorio e della sua offerta ai cittadini in termini di servizi è sempre sacrosanta ma non si può accettare che per difendere le mancanze del pubblico dovute ad una non corretta gestione, si attacchi il privato in maniera ignobile e del tutto strumentale. Il discorso Sanità in Campania è particolarmente sentito e ben venga la richiesta di un ospedale pubblico eccellente e l’interesse a che ciò si realizzi a vantaggio dei cittadini ma sono tanti i settori in cui il privato ha dimostrato di fornire risposte ben più adeguate. Il consigliere Iacobelli e il gruppo a lui vicino formato da Pietro Tedesco, Angela Cipullo, Antonio D’Aiello, Tommaso De Chiara, intendono manifestare il loro dissenso nei confronti degli attacchi pervenuti da un consigliere comunale di maggioranza e delle gravi affermazioni contenute in una nota da questi diramata. “Mi viene da pensare ad esempio alla scuola. Secondo il calendario regionale le scuole materne sarebbero dovute rimanere aperte fino al 29 giugno ma a causa del covid-19 è avvenuto mentre dal 15 giugno sono stati regolarmente aperti centri estivi privati con un’offerta di gran lunga maggiore rispetto a quella fornita ai bambini nella fase post emergenza epidemiologica e nessuno ha sollevato problemi di sorta o ha fatto illazioni su favoritismi da parte di chiunque nei confronti di tale settore”. Il gruppo ricorda a se stesso gli ultimi riconoscimenti dati alla clinica a cui si riferisce il consigliere comunale Claudio Marone e che fanno della struttura un motivo di vanto della città e un’occasione di crescita reciproca sia in termini di posti di lavoro che di ampia disponibilità a progetti volti a rendere Maddaloni una città migliore e migliorabile.
Dichiara ancora è consigliere Iacobelli ci attende una campagna elettorale sicuramente Senza esclusione di colpi e ci auguriamo che tutto ciò possa avvenire con rispetto o con la consapevolezza della pesante responsabilità che si ha nei confronti degli elettori e delle loro istanze.