Maddaloni. Intervento dell’on Del Monaco per la riduzione di pena ai fratelli Pellini

Testo integrale e video dell’intervento

5E816FE2-24BC-48AB-A218-D4C7429C2014

Riportiamo di seguito il testo integrale dell’intervento alla Camera dell’onorevole Antonio Del Monaco (M5S):

Signor Presidente, onorevoli colleghi,
I Fratelli Pellini nel maggio del 2017 sono stati condannati in via definitiva a 7 anni di carcere per disastro ambientale aggravato provocato attraverso un ingente sversamento illecito di rifiuti in una vasta area della provincia di Napoli, ma dopo appena 10 mesi di reclusione, gli stessi, sono stati scarcerati a seguito di una decisione della Procura generale presso la Corte d’Appello di Napoli, che ha calcolato una riduzione di pena sotto i 4 anni grazie a 3 anni di indulto concessi dalla Legge n.241/2006.
Per cui i fratelli Pellini, nonostante i gravissimi reati ambientali commessi, ora si trovano a espiare una pena alternativa al carcere di appena 3 anni e mezzo.
Un impero costruito dai Pellini è solo a discapito di tutta la collettività; infatti, reati come questi causano gravi danni anche alla salute pubblica per l’aumento delle patologie tumorali nelle zone con alto tasso d’inquinamento.
Tra le vittime di tumori ci sono giovani vittime, ricorderemo anche una bimba di appena cinque mesi morta per un cancro al cervello, e il nesso di causalità sussistente tra l’esposizione ad inquinanti patogeni e susseguenti infermità neoplastiche, recentemente, è stato riconosciuto anche dal Ministero degli Interni.
Mi rivolgo ai Ministri della Giustizia e dell’Ambiente affinchè intervengano in modo forte, perché nulla è stato fatto per alleviare i danni provocati sul territorio e per alleviare il dolore delle famiglie delle vittime.
A giorni uscirà la sentenza del Tribunale di Sorveglianza e mi auguro che i Pellini non ricevano alcun beneficio dalla legge in quanto i danni da loro causati all’ambiente sono irreparabili. Concedere il beneficio anche della pena alternativa sarebbe un chiaro segnale negativo della giustizia verso i cittadini.
Ovviamente nessuna sentenza potrà ridare la vita ai bambini e il sorriso alle loro famiglie perché i reati commessi sono di una gravità senza precedenti, la Natura ormai è stata avvelenata da questi personaggi e nulla tornerà più come prima.