Maddaloni. L’opposizione anima il Consiglio Comunale

Cronaca di un consiglio comunale con un ordine del giorno prevalentemente di ratifica di debiti fuori bilancio e di approvazione di atti di transazioni varie.Assente il sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo. Il consiglio  è stato prontamente vivacizzato dai consiglieri di opposizione. Prima ancora di iniziare con l’ordine del giorno infatti ha chiesto la parola il consigliere Michele Russo (Alternativa di Maddaloni) che , in qualità di Presidente della Commissione Garanzia e Controllo ha lamentato una mancanza di “collaborazione” nella ricezione delle informazioni necessarie per garantire il lavoro della commissione. Pertanto, proprio in data odierna, la commissione, riunitasi, ha approvato a maggioranza la sospensione temporanea dei lavori della commissione stessa. La Commissione, come da Regolamento, ha il compito di rendere più trasparente e noto quanto accade all’interno del Comune. Il Presidente del Consiglio Comunale Capuozzo è intervenuto dopo alcuni interventi su questa comunicazione dichiarando che su quanto non è all’ordine del giorno non vi può essere dibattito e ha dato inizio ai lavori contestualmente all’uscita dall’aula del consigliere Russo in segno di protesta. L’ opposizione ha votato in modo compatto ed in maniera negativa su tutti i punti all’ordine del giorno. Sulle transazioni la consigliera Imperia Tagliafierro ha chiesto in due interventi successivi chiarimenti sulle modalità e sulle scelte per l’ individuazione dei creditori da liquidare, non ricevendo risposta alcuna dall’assessore alle finanze Luigi Bove che oggi presiedeva anhe il consiglio. Unanimità solo per l’ultimo punto, relativo alla presa d’atto dell’ipotesi progettuale per gli interventi di miglioramento sulla S.P. 335 illustrati dall’assessore ai Lavori Pubblici D’Alessandro.