Maddaloni. Non si fermano le inchieste del brigante calatino

Attivista a 360 gradi, Giosuele Struffolino prosegue instancabile la sua missione di denuncia dei problemi della città. Dalle buche alle perdite d’acqua, nulla gli sfugge e utilizzando la potenza dei social fa parlare di problemi vecchi e nuovi.

Questa volta tocca a via Lamia, una strada di periferia ma ugualmente abitata e percorsa. E qui lo Struffolino si imbatte in cumuli di terreno accumulati della strada, che contengono, al loro interno, rifiuti di ogni genere, perfino sanitari. Cumuli che, a detta degli abitanti, starebbero così da oltre 20 giorni.E subito la denuncia corre sui social, stavolta corredata di un appello agli amministratori per chiedere lumi su una presunta bonifica in corso e sulle modalità di svolgimento della stessa.

A questo punto la città attende sviluppi e risposte dagli organi competenti.