Maddaloni, sospesi i lavori per il nuovo svincolo dell’autostrada A30 Caserta-Salerno

Il segretario del Pd di Maddaloni, Alfonso Formato: "Col nuovo PUC in fase di redazione, i maddalonesi non possono più permettersi di aspettare per la realizzazione di infrastrutture"

MADDALONI – A poco più di due mesi dalla posa della prima pietra, arriva la sospensione dei lavori per il nuovo svincolo di Maddaloni dell’autostrada A30 Caserta-Salerno.

La decisione è stata assunta dalla prima sezione del Tar della Campania, che ha accolto il ricorso presentato contro Autostrade per l’Italia e Consorzio Stabile Arem dal Consorzio Nazionale Cooperative Produzione Lavoro Ciro Menotti, di Ravenna.

La sentenza ha annullato l’affidamento dei lavori all’aggiudicatario, il Consorzio Arem di Cancello ed Arnone. Quest’ultimo è stato ritenuto colpevole della violazione dei doveri di correttezza e buona fede, non avendo comunicato nel corso della procedura, alla stazione appaltante, il provvedimento di interdizione per due mesi comminatogli dall’Autorità Nazionale Anticorruzione.

“E’ un fatto gravissimo – commenta Alfonso Formato, segretario del Pd di Maddaloniche rischia di paralizzare, per un tempo indefinito, la realizzazione di un’opera imprescindibile per lo sviluppo urbanistico ed economico di Maddaloni. Col nuovo PUC in fase di redazione, i maddalonesi non possono più permettersi di aspettare per la realizzazione di infrastrutture da cui dipende gran parte del futuro della nostra città. L’amministrazione si attivi prontamente affinché i danni che rischia di subire la città per il ritardo della realizzazione dell’opera, vengano risarciti dagli effettivi responsabili e non ricadano ancora sui maddalonesi”.