MARCIANISE, PIANO OCCUPAZIONALE PER LA JABIL E LA FIREMA

MARCIANISE-La vertenza Jabil prosegue, giovedì prossimo tavolo presso il Ministero dello sviluppo uno dei tanti tavoli di crisi molti gli impegni in materia.

C’ è anche l’ex Firema di San Nicola la Strada che dovrà uscire allo scoperto sul nuovo piano industriale per il rilancio dello stabilimento sannicolese, il tavolo è la prima tappa un banco di prova per l’acquisizione di una commessa importante per la progettazione e la produzione di sistemi di propulsione per le ferrovie indiane.

Un business grosso, con investitori stranieri che potrebbero dare una mano, tuttavia l’ex Firema dovrà tener conto dei tempi di non saturazione degli impianti e di rallentamenti dovuti alla crisi occupazionale. In passato però gli indiani tirarono un ‘bidone’ alla Firema di San Marco Evangelista, lasciando fuori la porta 120 dipendenti, si spera in un cambio di rotta, parliamo dell’anno 2015.

La Jabil invece, sta per mandare a casa 350 addetti che sono sul piede di guerra con un corteo tenutosi lungo le strade di Marcianise dove è previsto anche l’intervento del Sindaco Velardi con qualche esponente  del consiglio comunale per dare un sostegno ai lavoratori, in questo momento la parte ‘debole’. Necessario un confronto in Regione e Provincia sollecitati dal Movimento cinque Stelle, presso gli enti appena detti, con proteste anche dinanzi alla sede di Confindustria che vanno avanti, una vicenda che arriva dopo quella spinosa della Whirlpool a Napoli dove intervenne il Ministro  Luigi Di Majo in persona.

Qualcuno si chiede e i Sindacati dove sono?

All’incontro ci saranno anche loro, al tavolo che si farà con il governo siederanno  anche i sindacalisti (ci mancherebbe) per cercare di risolvere una situazione molto delicata, con esuberi a Carinaro per la Whirlpool.

Il governatore De Luca ha incontrato a Palazzo Santa Lucia di Napoli, i rappresentanti sindacali per scongiurare scioperi tra cui uno indetto il prossimo 12 luglio per protesta per il taglio dei fondi su alcune attività anti incendio, dato che durante l’estate spesso sorge il problema dei roghi che si appiccano(spesso dolosi) che i piromani appiccano (o accendono) che dir si voglia in tuta la Campania.

Un’immagine di repertorio di una protesta della JABIL