Mondragone, ancora mistero per il rilascio dei certificati anagrafici

Pare che il personale sia stato autorizzato soltanto a prendere le prenotazioni dei certificati anagrafici. Pur di farli consegnare al personale del Cup, l’Amministrazione comunale ha cercato di mettere una toppa che risulta peggio del buco

Ancora mistero circa il rilascio dei certificati anagrafici al comune di Mondragone. Dopo lo spostamento del CUP al centro dell’androne comunale, pare che il personale ivi adibito sia stato autorizzato soltanto a prendere le prenotazioni dei suddetti certificati che poi, dopo, vengono rilasciati dal personale comunale e, successivamente, riconsegnati dal personale del CUP.

Fin qui nulla di particolare, se non fosse che i certificati rilasciati in questi ultimi giorni sono privi dei diritti di segreteria, quindi praticamente gratuiti. Questo non sarebbe neanche svantaggioso se le casse del Comune fossero piene e se l’Amministrazione comunale, per non incorrere nel più lampante ed evidente danno erariale, avesse adottato apposita regolamentazione per la modalità di rilascio dei certificati, in sostituzione di quella esistente che prevede, invece, il rilascio dei certificati previo pagamento dei diritti di segreteria.

Ovviamente tale misura adottata in questi giorni creerebbe una situazione di disparità di trattamento tra i cittadini che, per l’erogazione dello stesso servizio, hanno sempre pagato i diritti previsti e richiesti dagli uffici comunali.

Ma la verità pare sia una sola: pur di farli consegnare al personale del Cup e pur sapendo di non poter rischiare nel far loro maneggiare i soldi (che già per i dipendenti comunali deve essere formalmente riconosciuto), l’amministrazione comunale ha cercato di mettere una toppa che risulta peggio del buco!