Mondragone. De Luca dispone l’isolamento solo dei Palazzi Cirio

Sono 10 i bulgari risultati positivi al Covid19

Mondragone. Ritorna la paura nella citta’ rivierasca dove da ieri, domenica 21 giugno, sono stati rilevati nuovi casi di positivita’ al Covid19.

Come abbiamo ieri spiegato le persone infette sono tutte di nazionalita’ bulgara residenti nella zona dei Palazzi Cirio.

In poche ore, i positivi nella zona dei Palazzi Cirio hanno raggiunto quota dieci, per questo si sta provvedendo a “isolare” la zona a scopo precauzionale e limitare così al minimo la propagazione dei contagi.

Le prime ipotesi portano a credere che il contagio tra i Bulgari si sia trasmesso mentre lavoravano  nei campi.

La questione e’ stata portata direttamente al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca dopo un vertice fra l’Amministrazione Comunale, Carabinieri, Forze dell’Ordine e Asl.

In fase di esecuzione un ‘ordinanza regionale che  disporra’ l’isolamento solo fra i cinque Palazzi Cirio dove risiedono le famiglie bulgare individuate . A queste  soltanto saranno applicati i tamponi.

Mondragone, dunque, non sara’ dichiarata zona rossa. L’ordinanza di De Luca delimitera’ soltanto l’area su cui insistono i palazzi Cirio.

In questo momento, il Consigliere Regionale Giovanni Zannini sta tenendo una diretta Fb con la quale costantemente egli si rapporta alla popolazione del litorale domizio.

” Ieri abbiamo ricevuto la notizia della donna di nazionalita’ bulgara che e’ andata a partorire presso l’Ospedale di Sessa Aurunca . Li’, come protocollo prevede, la paziente e’ stata sottoposta al tampone e quindi e’ risultata positiva. Immediatamente sono stati avvertiti Sindaco e Carabinieri che in pochissimo tempo hanno ricostruito la rete di contatti avuti dalla donna. Non e’ stato facile perche’ trattandosi di stranieri sono parecchio reticenti  per paura di subire ghettizzazione. Per fortuna, e’ stato individuato il compagno della donna anche lui positivo”.

“Se riusciremo a risolvere la situazione entro tre giorni-  conclude  Giovanni Zannini- il provvedimento sarà ridotto.”

.