Movida violenta : Anziana donna lancia dal balcone uno “strano ” liquido nero

Caserta. Ennesimo problema legato alla Movida, nella serata di ieri sabato 27 giugno 2020 si è verificato un episodio alquanto insolito a danno degli utenti di uno dei tanti locali  di ritrovo siti in via Sant’ Agostino.

Questi i fatti : un’ anziana donna, residente in un palazzo adiacente al locale in questione, ha praticamente terrorizzato i clienti che in quel momento si trovavano all’esterno dello stesso lanciando dal balcone della propria abitazione un liquido nero dall’odore acre non bene identificato.Sta di fatto che ,dinanzi al ripetersi di tale azione da parte della donna ,è cominciato un vero e proprio fuggi fuggi da parte dei clienti che stavano trascorrendo all’esterno del locale la serata.

Tutti hanno pensato ad un liquido pericoloso , forse di natura acida dal momento che , riversandosi sul suolo la sostanza determinava l’ erosione del selciato.  A quanto pare  , l’anziana aveva iniziato questa azione ” punitiva” nei confronti del locale e dei suoi clienti già dalla sera precedente , venerdì’ 26 giugno, ma si era pensato ad un semplice episodio di insofferenza.

Il fatto che ella abbia ripetuto la stessa azione la sera successiva ha dimostrato l’ intento punitivo della donna che con tale gesto avrebbe voluto indurre i proprietari del locale ad interrompere l’animazione musicale prima delle ore 24 previsto dalla legge.

Ancora una volta la movida casertana dimostra la disorganizzazione e l’anarchia amministrativa in cui versano da un lato i residenti delle zone frequentate e dall’ altra i gestori dei locali che faticano a riavviare l’economia dopo la paralisi del Covid-19.