NAPOLI. Cittadino cingalese, titolare di una fabbrica di abitia Grumo Nevano, denunciato perchè aveva oltre della metà dei dipendenti in nero

NAPOLI – Dodici lavoratori di cui 7 a nero, e uno senza permesso di soggiorno. Lo hanno scoperto i Carabinieri in un opificio di Grumo Nevano: il titolare è stato denunciato, locali e produzione per oltre 100.000 euro sequestrati nel corso di un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato a contrastare violazioni alle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e lo sfruttamento del lavoro nero.

In azione i Carabinieri della locale stazione insieme a colleghi e a dipendenti dell’Ispettorato del lavoro di Napoli. Denunciato un cingalese 28enne, titolare di una ditta produttrice di giacche e pantaloni da uomo. Sono state comminate sanzioni penali e amministrative per complessivi 38.000 euro.

Share Button
Pubblicità