NAPOLI. Marevivo, “Lungomare trasparente”, doppio appuntamento con l’ambiente e pulizia dei fondali con un drone marino

di NUNZIO DE PINTO

Marevivo, “Lungomare trasparente”, doppio appuntamento con l’ambiente e pulizia dei fondali con un drone marino

NAPOLI – L’Associazione “Marevivo”, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente che si dedica al mare ed alle sue risorse e che si avvale del supporto di un comitato scientifico e giuridico, di delegazioni territoriali, di una divisione subacquea e di una rete di volontari e iscritti, ha organizzato per Sabato, 14 ottobre 2017 due appuntamenti sull’Analisi dei fondali ed un focus sulla risorsa mare. Alle ore 10.00, sul Lungomare Caracciolo di Napoli, all’altezza della cosiddetta “Colonna Spezzata”, nei pressi di Piazza Vittoria, avrà luogo l’iniziativa “Lungomare trasparente”, organizzata dall’associazione Marevivo, in collaborazione con l’azienda specializzata Install srl – Marine Survey Genuine Solutions, mentre parallelamente si terrà anche un momento di confronto sulla Nave Scuola Palinuro, presso il Molo Angioino. Quest’ultima iniziativa avrà come tema centrale: “Un Mare sano e pulito: ancora un sogno per Napoli?- Occasioni mancate e opportunità di sviluppo”. La manifestazione si inserisce nel programma degli “Stati Generali del Mare” patrocinata dal Comune di Napoli. Una giornata di ricerca e di confronto che permetterà di eseguire in presa diretta  esami  dei fondali marini partenopei. Grazie all’uso specifico di un piccolo R.O.V. , ovvero una sorta di drone marino,  verrà effettuata l’analisi audio-visiva dei fondali dello specchio d’acqua antistante il Castel dell’Ovo. Con le strumentazioni tecnologiche impiegate, sarà possibile verificare  attraverso uno schermo lo stato di pulizia del fondale ed eseguire in contemporanea una batimetria, un’analisi morfologica del suddetto fondale. Una preziosa opportunità di ricerca che verrà data ai colleghi della stampa e agli addetti ai lavori a cui verranno comunicati gli esiti a seguito dell’immediata attestazione. Oltre al momento di ricerca scientifica, ci sarà anche la fase di pulizia della zona circostante con la pronta rimozione dei rifiuti solidi rilevati sia dalle indagini eseguite per mezzo della strumentazione tecnica e sia  dal lavoro dei sommozzatori dell’associazione Marevivo. Nel corso del focus che si terrà a bordo della Nave Scuola “Palinuro”, “Nave Goletta” tri-alberi, che offre il supporto necessario alla formazione degli Allievi Sottufficiali della Marina Militare, ci sarà la presentazione dell’aggiornamento 2017 del Repost-legenda “Il Golfo di Napoli nella morsa degli scarichi killer”. Dopo i saluti di Giuseppe Valentini, comandante “Palinuro, Rosalba Giugni, presidente Marevivo, Raffaele Del Giudice, vicesindaco Comune di Napoli, interverranno: Gualtiero Parisio, Comitato Tecnico Scientifico Marevivo, Luigi Stefano Sorvino, Commissario Straordinario Arpa Campania, Daniela Villani, delega straordinaria Comune di Napoli, Luigi Di Prisco, Consigliere Comunale Città di Sorrento.

NAPOLI – L’Associazione “Marevivo”, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente che si dedica al mare ed alle sue risorse e che si avvale del supporto di un comitato scientifico e giuridico, di delegazioni territoriali, di una divisione subacquea e di una rete di volontari e iscritti, ha organizzato per Sabato, 14 ottobre 2017 due appuntamenti sull’Analisi dei fondali ed un focus sulla risorsa mare. Alle ore 10.00, sul Lungomare Caracciolo di Napoli, all’altezza della cosiddetta “Colonna Spezzata”, nei pressi di Piazza Vittoria, avrà luogo l’iniziativa “Lungomare trasparente”, organizzata dall’associazione Marevivo, in collaborazione con l’azienda specializzata “Install srl – Marine Survey Genuine Solutions”, mentre parallelamente si terrà anche un momento di confronto sulla Nave Scuola Palinuro, presso il Molo Angioino. Quest’ultima iniziativa avrà come tema centrale: “Un Mare sano e pulito: ancora un sogno per Napoli?- Occasioni mancate e opportunità di sviluppo”. La manifestazione si inserisce nel programma degli “Stati Generali del Mare” patrocinata dal Comune di Napoli. Una giornata di ricerca e di confronto che permetterà di eseguire in presa diretta  esami  dei fondali marini partenopei. Grazie all’uso specifico di un piccolo R.O.V. , ovvero una sorta di drone marino,  verrà effettuata l’analisi audio-visiva dei fondali dello specchio d’acqua antistante il Castel dell’Ovo. Con le strumentazioni tecnologiche impiegate, sarà possibile verificare  attraverso uno schermo lo stato di pulizia del fondale ed eseguire in contemporanea una batimetria, un’analisi morfologica del suddetto fondale. Una preziosa opportunità di ricerca che verrà data ai colleghi della stampa e agli addetti ai lavori a cui verranno comunicati gli esiti a seguito dell’immediata attestazione. Oltre al momento di ricerca scientifica, ci sarà anche la fase di pulizia della zona circostante con la pronta rimozione dei rifiuti solidi rilevati sia dalle indagini eseguite per mezzo della strumentazione tecnica e sia  dal lavoro dei sommozzatori dell’associazione Marevivo. Nel corso del focus che si terrà a bordo della Nave Scuola “Palinuro”, “Nave Goletta” tri-alberi, che offre il supporto necessario alla formazione degli Allievi Sottufficiali della Marina Militare, ci sarà la presentazione dell’aggiornamento 2017 del Repost-legenda “Il Golfo di Napoli nella morsa degli scarichi killer”. Dopo i saluti di Giuseppe Valentini, comandante “Palinuro, Rosalba Giugni, presidente Marevivo, Raffaele Del Giudice, vicesindaco Comune di Napoli, interverranno: Gualtiero Parisio, Comitato Tecnico Scientifico Marevivo, Luigi Stefano Sorvino, Commissario Straordinario Arpa Campania, Daniela Villani, delega straordinaria Comune di Napoli, Luigi Di Prisco, Consigliere Comunale Città di Sorrento.