Napoli vola al Diego Armando Maradona

Sconfitta in casa l’acerrima rivale

di PASQUALE MASTROBUONO

Vittoria di carattere del Napoli, che batte 2-1 la Juventus al Maradona di Napoli, con i gol, entrambi nella ripresa, di Politanoe Koulibaly.

Inizio sprint per gli azzurri che creano la prima palla-gol dopo solo 20 secondi quando il colpo di testa di Politano, imbeccato dal solito Insigne, finisce di poco alto. Nonostante l’inizio promettente al decimo minuto un errore di Manolas spiana la strada a Morata che solo davanti ad Ospina porta in vantaggio i bianconeri. Il Napoli prova a reagire al gol subito, ma non riesce acreare azioni pericolose, a causa anche di una Juve tutta a protezione della propria porta.

Al minuto 42 un erroraccio di Insigne mette Kulusevski davanti ad Ospina, ma questa volta l’estremo difensore azzurro è bravo a chiudere tutto la spazio e a parare il tiro.

Nel secondo tempo mister Luciano Spalletti toglie uno spento Elmas, per far entrare Ounas, ed il Napoli inizia a mettere sotto pressione la Juve in maniera più insistente, quando al minuto 55 un indecisione del portiere bianconero sul tiro di Insigne permette a Politano di depositare in rete la palla del pareggio. Da questo momento in poi il Napoli, rendendosi conto delle difficoltà della Juve, attacca con più vigore e va vicinissima al gol al minuto 74 quando la conclusione di Fabian Ruiz va di poco alta sulla traversa. Al minuto 85 su un calcio d’angolo battuto da Zielinski, un indecisione di Szczesny e Kean danno l’opportunità a Koulibaly di mettere in rete la palla del 2-1 che fa esplodere di gioia un’intera città e manda in crisi i bianconeri.

A fine partita l’allenatore azzurro ha commentato cosi la vittoria: “ Si possono fare passi avanti importanti, ho un grande gruppo a disposizione. Ospina è un vero professionista, Koulibaly è il comandante e un grande uomo”. Poi sulla presunta lite con Allegri : “ Nessuna frizione con Allegri, ma con lui ho sempre perso e per una volta che vinco mi fa la morale”.