Non è facile essere mamma. I consigli per migliorare

8 cose che non devono mai mancare nella borsa del neonato

Essere mamma non è mai facile: secondo uno studio Istat per “Save The Children” l’Italia si attesta al 70° posto (su 149 Paesi presi in esame) del Global Gender Gap Report, perdendo ben 29 posizioni dal 2015. Le difficoltà sono molte, in Campania e nelle altre regioni d’Italia per essere mamma c’è bisogno di ancor più organizzazione e forza di volontà.

Ogni madre sa che il bimbo necessita di tantissime cure, e che non può essere mai lasciato da solo. Questo implica la necessità di portarlo spesso in giro, quando non è possibile affidarlo al papà o ai nonni. E quando una mamma deve affrontare tragitti impegnativi e lunghi, come nel caso della spesa al supermercato (magari con un occhio agli sconti), ecco che la questione può diventare problematica. Perché bisogna essere pronte, potendo contare su un borsone che contenga tutto quello che serve per il neonato. Ecco perché oggi scopriremo insieme le 8 cose che non devono mai mancare nella borsa per il bimbo.

Cosa portare in borsa per un neonato?

Ogni mamma lo sa: cambiare il proprio bimbo in giro per la città non è sempre agevole. Non tutti gli esercizi commerciali o bar dispongono di fasciatoi adeguati, non sempre è possibile trovare condizioni ottimali. Per l’igiene del bambino è dunque importante avere sempre a disposizione le salviette umidificate. Oramai i prodotti da farmacia per bambino sono reperibili ovunque, anche direttamente sul web: la mamma 2.0 in questo modo potrà direttamente riempire la borsa del cambio online. Un secondo prodotto essenziale, per il comfort e il benessere del bimbo, è ovviamente il set di pannolini. Non bisogna mai mettere limiti ai cambi: in un solo pomeriggio può capitare di dover cambiare il bambino molte volte, meglio essere preparati.

In terza posizione spicca il fasciatoio portatile, soprattutto se nel vostro caso non viene incluso direttamente nella borsa cambio, magari con annesso un bel set di asciugamani puliti, indispensabili per il piccolo. Ovviamente non bisogna dimenticare alcuni oggetti indispensabili come il biberon, insieme ad un cambio body completo e infine i ciucci e i porta-ciucci. Bisogna comunque sottolineare che la composizione della borsa dipenderà sempre dall’età del piccolo.

Come organizzare al meglio la borsa cambio del bimbo?

Adesso che sappiamo quale dev’essere il contenuto della borsa cambio perfetta, dobbiamo comprendere anche come organizzarla al meglio, per non perdere nulla. Qui si suggerisce di posizionare gli oggetti più importanti in una tasca che sia facilmente raggiungibile, nel caso dovessero presentarsi delle emergenze, come avviene spesso per i pannolini. In secondo luogo, l’organizzazione paga sempre: studiando prima le eventuali necessità del bimbo, sapremo come pianificare la sistemazione degli oggetti nella borsa.