Nuova allerta maltempo: altre quattro vittime

di Marco Natale

Torna a farsi sentire ancora la morsa del maltempo. L’Italia è di nuovo in pieno stato di allerta per la nuova perturbazione che è sopraggiunta nelle ultime ore con ampi rovesci temporaleschi e forti venti. Secondo quanto si legge nel bollettino emesso dalla Protezione Civile Nazionale da domani si prevede un’altra allerta Rossa per la regione Veneto e arancione, invece, per Lombardia, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Abruzzo, Molise e Sicilia. Salgono anche il numero delle vittime. Nella giornata di ieri, il bilancio delle vittime del maltempo è salito ancora facendoci registrare altri quattro morti, due in Trentino e due In Val d’Aosta. Sulla strada regionale per Gressoney, la caduta di un enorme castagno ha colpito in pieno un’auto che transitava su quella strada, causando il decesso di due pensionati di 73 e 74 anni. Le altre due vittime, invece.  sono una di Antermoia, in Val Badia, e l’altra di Codrano di Laces, in val Venosta. Nel primo caso si tratta di un anziano di 81 anni che è caduto dal tetto di una malga a causa delle forti raffiche di vento. L’ultima vittima, infine, è un uomo di 53 anni. Le cause del suo decesso sono dovute ad un incidente stradale. Uscendo da una galleria, l’uomo ha travolto in pieno degli alberi, crollati poco prima, sempre a causa delle forti raffiche di vento.