Nuova protesta degli OSS per la stabilizzazione. Nuova fumata nera. Rinviati a settembre

Caserta. Nuova protesta stamattina degli OSS afferenti alle cooperative che nei giorni scorsi abbiamo definito “invisibili” della sanità. La loro storia ve la abbiamo raccontata integralmente qui:

VIDEO. Protestano al palazzo delll’ ASL gli invisibili della sanità che rischiano il licenziamento.

 

Oggi hanno presidiato di nuovo la direzione dell’ASL di Caserta, sotto la finestra del dirigente Ferdinando Russo. Dopo questa nuova protesta, finalmente una loro rappresentanza è stata ricevuta da alcuni dirigenti dell’ASL di Caserta, ma l’incontro non ha portato ai risultati auspicati. I vertici dell’ ASL non si sbilanciano, chiedono tempo per poter rivedere tutto l’ iter burocratico e trovare uno spiraglio nella norma per poter trovare un punto di incontro con loro.

Intanto è confermato lo scorrimento della graduatoria dei vincitori di concorso dell’ASL di Napoli.

E questo nutrito gruppo di lavoratori continua a stare nel limbo. Loro chiedono a gran voce almeno il concorso per essere stabilizzati definitivamente, nonostante nei fatti abbiano acquisito negli anni esperienze e competenze che vanno oltre ogni concorso. Intanto l’avvocato ha presentato un nuovo ricorso avverso la sentenza del TAR. Si attende l’esito del ricorso per il 15 settembre. Intanto loro continuano a lavorare, con la paura di contagiarsi da un lato e di perdere iil lavoro dall’altro.

Si annuncia un’estate bollente

 

 

IMG_2592