Operazione dei Carabinieri su ordine della DDA di Roma. Arrestate 11 persone legate alle famiglie Morelli e Spada

E’ stata effettuata anche l’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo, emesso sempre dal G.I.P. del Tribunale di Roma, a carico degli indagati ed i sequestri riguardano tre alloggi di proprietà dell’ATER, un locale adibito a circolo ricreativo, tre terreni e due ville, per un valore complessivo stimabile intorno al milione di Euro.

Dalle prime ore della mattinata di martedì, 30 aprile 2019, si è svolta una vasta operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone; undici persone sono state tratte in arresto poiché colpite da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Parte delle persone arrestate risulta appartenere ad una unica famiglia di Etnia Rom, Morelli/Spada, stabilmente residente nel quartiere popolare “San Bartolomeo” del Comune di Cassino e sono ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, usura ed estorsione.

E’ stata effettuata anche l’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo, emesso sempre dal G.I.P. del Tribunale di Roma, a carico degli indagati ed i sequestri riguardano tre alloggi di proprietà dell’ATER, un locale adibito a circolo ricreativo, tre terreni e due ville, per un valore complessivo stimabile intorno al milione di Euro.

L’indagine sarebbe uno dei filoni seguiti alla prima inchiesta denominata “Storia Infinita”, che mise in evidenza la rivalità tra diversi gruppi intenzionati a predominare nella piazza di Cassino e culminata anche in un paio di sparatorie in centro.

Tra le 11 persone arrestate anche due residenti a Mignano Montelungo e Santi Cosma e Damiano.