Parete: al via i lavori per la ristrutturazione e la realizzazione degli impianti sportivi

Il sindaco,Gino Pellegrino, smentisce alcune voci di opposizione

PARETE– Il sindaco di Parete, Gino Pellegrino, il 3 novembre, attraverso i canali social, ha sottolineato il forte impegno della sua amministrazione negli investimenti volti alla ristrutturazione di alcuni impianti sportivi, al fine di smentire alcune notizie circolate in questi giorni attestanti il contrario.

È doveroso informarvi che invece siamo gli unici in Campania ad avere avuto un finanziamento di 1.120.000,00 euro per la realizzazione di un palazzetto dello sport. Già è stata indetta la gara che è scaduta da poco, sono arrivate ben 23 offerte e tra qualche giorno sarà affidata. In aggiunta abbiamo approvato un progetto di un nuovo campo polivalente nella villa comunale a servizio del Liceo Scientifico ma che sarà utilizzato anche dai cittadini di Parete. I problemi di manutenzione dell’attuale struttura (palestra della scuola media) esistono da molti anni molto prima del nostro arrivo e non mi risulta che in passato siano stati risolti, tantomeno sono state trovate le risorse finanziarie necessarie

Il sindaco, infatti, fa sapere che l’amministrazione era in attesa della realizzazione del nuovo palazzetto.La vecchia struttura di via Cedrale, infatti,avrebbe dovuto essere abbattuta, dunque sarebbe stato inutile sprecare risorse per ristrutturarla.

Non potevamo -continua il sindaco-spendere risorse su una struttura da eliminare. Nelle ultime settimane invece abbiamo trovato la soluzione per non abbattere quella esistente e realizzare a fianco comunque il nuovo palazzetto. Perciò solo ora abbiamo trovato le risorse per ripararlo, circa 40.000,00 euro. Quindi, tra qualche mese avremo ben due strutture sportive coperte ed una scoperta”

Nessun comune in Campania, delle dimensioni di Parete, presenta,infatti,tanti cantieri e progetti posti in essere sugli impianti sportivi.

per cui -prosegue il primo cittadino-non so come potevamo fare di più. Aiutateci a trovare un solo comune che in questi anni ha fatto più di noi e prenderemo volentieri esempio. Piuttosto consiglierei a qualche membro dell’opposizione, per uscire dall’isolamento in cui si sono ficcati, di partecipare attivamente alla crescita della città. Troveranno in noi massima disponibilità