Partita sofferta ed equilibrata al Palavignola di Caserta, la Golden Tulip Volalto piega al tie briek la Delta Informatica Trentino

La prima partita del pool promozione sorride a Caserta

Caserta – In un palavagnola gremito in ogni ordine di posto, alla presenza anche del sindaco Carlo Marino,  la Golden Tulip Volalto Caserta soffre va sotto due set a uno ma alla fine vince contro una tenacissima Delta Informatica Trentino che ha dato filo da torcere per tutto il match alle ‘dragonesse’ rosa nero.

Caserta schiera questa formazione: Dalia, L. Frigo, Repice, Melli, Cella (capitano), Perez con il nuovo acquisto la russa Matuskova in panchina, rispondono le trentine con Mason, Fondriest, Mazzon, Moncada, Tosi, Furlan, Fiesoli.

Set uno parte il match serve capitan Cella, Melli fa subito due punti, inizano a carburare anche Frigo e Dalia sempre precisa nei palleggi il match è leggermente squilibrato a favore delle padroni di casi. Molto concentrata Melli trascina la squadra, anche Refice offre una bella prestazione sin da subito nel match, con il contributo dell’esperienza di Cella che sbaglia il ‘minimo indispensabile’ il primo  set prosegue sui binari a favore di Caserta che va avanti 8-5,  13-9, 16-10, 20-11, 22-13, il primo set si chiude 25-15.

Nel secondo set la Delta Informatica Trentino fa capire non ‘volerci stare’ e parte forte, parziali favorevoli, 1-4, 4-7, 7-10 per le ospiti cala un po’ Melli che compie qualche errore in battuta forse di troppo, la Perez comunque cerca di tenere a galla le proprie compagne ma la la squadra di Trento nonostante un sostanziale equilibrio riesce ad andare avanti e a rimanerci, entra la Matuskova, esordio per la russa,  sul finire del secondo set e si fa apprezzare per le sue battute forti e precise nonche’ per la sua fisicità imponente (1.90 di altezza circa), il secondo set però prende la strada del ‘freddo nord’ si fa sotto la Volalto ma finisce 22-25 per le giallo blu’.

Set numero tre, partita ancora equilibratissima, molto bene la Repice mette a segno punti pesanti e gioca molto bene nella terza frazione, ma la partita cammina sui binari dell’equilibrio ecco alcuni parziali: 7-4, 10-9, 12-13, 16-17, 20-21 Ghilardi sempre attenta in ricezione ma gli attacchi della Mc Clendon  sono precisi spesso e volentieri, si chiude punto a punto con il seguente risultato 25-27 in favore delle trentine.

Set numero 4, le dragonesse non ci stanno nonostante l’equilibrio anche nel quarto parziale riescono a portarsi avanti Frigo sugli scudi e una ritrovata Melli più precisa nelle schiacciate consentono di racimolare quei punti preziosi che consentiranno alle rosa nero di vincere poi il quarto set, ecco alcuni parziali 6-5, 10-5, 14-8, 16-9, 17-11, 18-11 da segnalare nella compagine giallo blu la Tosi schiacciatrice precisa e puntuale sotto rete tiene ‘viva” la propria squadra,si chiude 25  a 19 per le rosa nero e si va al quinto e decisivo set.

Set cinque, il tie break vede in campo la Matuskova a dare il suo contributo che risulterà importante, parte avanti Caserta e riesce a rimanerci nonostante la strenua opposizione delle ospiti che ribattono colpo su colpo, Frigo e Melli portano avanti le dragonesse, punti importanti anche dalla Matuskova, come quelli dell’ 8-6, del 9-7 Caserta, avanti 10-9, 13-11 match point a Refice che batte sul 14-11 palla nella rete, CLAMOROSO!!! Iil coach Bracci ‘punisce’ la sua atleta richiamandola in panchina dopo l’errore che risulterà indolore, ma la Frigo risolve la contesa, 15-12 ed ora il ritorno domenica prossima a Trento, partita sicuramente non facile.

Bene tutta la squadra qualche sbavatura forse solo in battuta ma stiamo cercando il pelo nell’uovo, tutta la compagine ha girato alla grande vittoria sofferta ma meritata difficile scegliere la migliore, bene la Matuskova acquisto sicuramente importante ‘sotto la ‘lente di ingrandimento’.

Per le ospiti la Mc Clendon e la Tosi si segnalano per la loro grinta e la loro puntualtà sotto rete, non bastano però, la Delta Trentino esce comuque a testa alta dal Palavignola di Caserta a fine partita abbracci, foto e tanti selfie dei bambini e non solo con le atlete rosa nero che non negano mai un sorriso o una foto ai loro fans di tutte le età.

Sotto qualche scatto della partita.

nel riquadro sopra coach Bracci segue attentamente il match suggerendo schemi e non solo

Laura Frigo si riscalda nel pre partita