Polemica a Teverola sui lavori di riqualificazione di Via Roma e via Garibaldi

Botta e risposta via Facebook tra Dario Di Matteo e Pasquale Buonpane.

TEVEROLA- I necessari e lungamente attesi lavori di riqualificazione urbana di via Roma e via Garibaldi alimentano, in queste ore, non poche polemiche. L’ex sindaco Dario Di Matteo, ora consigliere comunale di minoranza, ha acceso i riflettori sulla parcella destinata al professionista cui è stata affidata la direzione dei lavori. L’ importo dell’appalto è, infatti, di complessivi 2 milioni e 100mila euro, e quindi al Direttore dei lavori spetterebbero, tenendo conto di formule e coefficienti indicati dalla normativa, 60.000 euro e non i 96.000 preventivati dalla maggioranza. Uno scarto di 35.000 euro, soldi che potrebbero essere utilizzati per altre opere di pubblica utilità.

Non è tardata la replica dell’assessore ai lavori pubblici e all’urbanistica Pasquale Buonpane che ,dalla pagina Facebook di “Futura per Teverola”, fa sapere che il quadro economico, che comprende anche il compenso per il direttore dei lavori, è stato approvato durante la gestione commissariale dal dottor Vincenzo Lubrano e che, inoltre, lo schema predisposto dall’ufficio tecnico, guidato dall’arch. Raffaele De Rosa,ha incassato il via libera del commissario e quello della Regione Campania. In seguito alla nota di “Teverola Città Fertile”, fa sapere inoltre Buonpane, sono stati rifatti anche i conti ed è stato riconfermato il compenso di 96.000 da destinare al professionista incaricato. L’assessore ha inoltre aggiunto che “chi non sa dovrebbe avere la decenza di tacere e non la presunzione di insegnare. Ma questo i nostri amici ciuchini di Teverola città fertile non lo sanno e continuano a collezionare brutte figure una dietro l’altra”

Nella sua controreplica Di Matteo, sempre sulla pagina Facebook di “Teverola Città Fertile”,ha dichiarato che “ il quadro economico è stato approvato dagli uffici e non avevano competenza né il commissario né Regione a cui è stato trasmesso l’importo già ribassato!”.

Secondo Buonpane,però,quelli dell’opposizione sono solo tentativi di bloccare la macchina amministrativa demistificando la realtà, mentre Di Matteo ritiene che la maggioranza non sia abituata a concepire il ruolo dell’opposizione.