Primo vero weekend d’estate, tutti al mare ma la costa del litorale domitio aveva un’acqua scura e torbida

Per martedì 11 giugno 2019, i Verdi del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli hanno fissato un incontro con Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione Campania, per discutere della depurazione dei litorali campani. Intanto abbiamo già chiesto i rilievi dall’Arpac.

Primo weekend estivo anche in Campania. Si è fatta attendere, ma alla fine, anche se arriverà ufficialmente il prossimo 21 giugno, l’estate è esplosa con temperature roventi e gran caldo. La colonnina di mercurio è salita fino a superare i trenta gradi. Il periodo instabile con temperature spesso sotto la media registrate a maggio e nei primi giorni di giugno, si è ufficialmente concluso. Il meteo aveva previsto per l’ultimo fine settimana caldo e sole alto in cielo. In molti hanno approfittato, sabato e domenica, del caldo estivo per trascorrere il fine settimana al mare affollando le spiagge della costa tirrenica della Campania.

Tanti i bagnanti anche lungo la costa Domitiana con file molto lunghe lungo le direttrici che da Caserta conducono a Castel Volturno, Baia Domizia, Mondragone, Sessa Aurunca. Sono iniziate, però, anche le segnalazioni di “mare sporco” e di spiagge piene di detriti e rifiuti. A partire da Baia Domizia dove i bagnanti hanno segnalato, anche attraverso i social, che sia sabato che domenica il mare aveva cambiato colore, lasciando l’azzurro cristallino dei primi giorni della settimana scorsa ad un colore scuro e torbido. La stessa storia si è vissuta da Castel Volturno passando per Marina di Varcaturo a Baia Domizia.

Di fronte a questa situazione che ha letteralmente compromesso il weekend che i bagnati già pregustavano, sono partire accuse nei confronti della mancata depurazione delle acque che confluiscono poi nel mare domizio. L’Arpac, lo scorso 31 maggio 2019, ha pubblicato sul proprio sito i dati sullo stato delle acque di balneazione. L’intento è quello di rispondere all’esigenza dei cittadini di conoscere in tempi rapidi la qualità del mare, grazie alle attività di monitoraggio dell’organismo regionale. I dati sono riferiti alla stagione balneare del 2019 dopo i controlli che sono stati condotti dal primo aprile al 30 settembre delle ultime 4 stagioni balneari.

Ecco, di seguito quanto denunciato dal Consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli in una nota della giornata odierna: “Il mare che bagna Ischitella ha un aspetto poco rassicurante, addirittura inquietante. Il video denuncia, accompagnato da diverse foto inviate negli ultimi giorni da un cittadino, e documentano una condizione che va approfondita. Non può essere ignorata. Dal colore gialloverde alla scarsa limpidezza dell’acqua fino ai fondali putridi è una condizione pietosa e probabilmente la balneazione andrebbe vietata e l’area interdetta. Per martedì (11 giugno 2019, ndr.) i Verdi hanno fissato un incontro con Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione Campania, per discutere della depurazione dei litorali campani. Intanto abbiamo già chiesto i rilievi dall’Arpac”. Lo ha annunciato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.