Processo D’Onofrio: assoluzione per gli imprenditori campani dai reati di estorsione, furto e danneggiamento

Stamane si è tenuta l’udienza conclusiva del processo a carico di Francesco D’Onofrio e Francesco Rosario D’Onofrio, noti proprietari dell’Hotel “Samnium Resort” e dell’avvocato Antonio D’Onofrio. I due imprenditori campani , di anni 71 e 35 e l’avvocato Antonio D’Onofrio, furono sottoposti a misure cautelari per stati accusati a vario titolo dei reati di estorsione aggravata, danneggiamento, furto e calunnia a danni di un imprenditore e della moglie del figlio.
Respinta l’accusa che aveva chiesto le condanne:  3 anni e 4 mesi di reclusione e 6 mila euro di multa per Francesco D’Onofrio,3 anni e 12 mesi di reclusione e 5 mila euro di multa per Antonio D’Onofrio;  3 anni e 8 mesi di reclusione e 8 mila euro di multa per Francesco Rosario D’Onofrio;il Collegio dibattimentale ha accolto le tesi difensive, pronunciando sentenza di assoluzione degli imputati. La pena di 2 anni di reclusione, con sospensione della stessa, per il presunto reato di calunnia, è stata inflitta nei confronti di Francesco D’Onofrio e Francesco Rosario D’Onofrio, assolti invece da tutti gli altri capi d’imputazione relativi alle contestazioni di estorsione, furto, e danneggiamento.