Progetto A.M.A. – Autismo Musica e Abbracci: grande successo per lo spettacolo musicale organizzato dal Rotary Club Caserta “Terra di Lavoro 1954” al Teatro “Città di Pace”

Un Teatro “Città di Pace” stracolmo ha ospitato, in occasione della Giornata di
Sensibilizzazione e Consapevolezza sull’Autismo, lo spettacolo musicale dal titolo A.M.A.
(Autismo Musica e Abbracci), organizzato dal Rotary Club Caserta “Terra di Lavoro 1954”
e in particolare dalla Commissione D.E.I. (Diversità, Equità e Inclusione), in collaborazione
con l’associazione “Il mio mondo esiste” di Chiara Guerriero, l’associazione “La Forza del
Silenzio”, l’associazione “Ama” di Casagiove e la realtà sportiva Open.
Lo spettacolo ha visto esibirsi sul palco il Maestro Francesco Salinari, diplomato in
pianoforte al conservatorio di Taranto, che ha eseguito assoli e ha accompagnato il coro
Minipolifonica Casertana dell’Associazione musicale Casertana, della socia Rotary,
Rosalba Vestini. Inoltre, allo spettacolo hanno partecipato Martina del Giudice Hanulya
della compagnia teatrale “La Mansarda – Teatro dell’Orco” di Roberta Sandias e Simone
Casertano, giovane pianista casertano.
Infine, è stato proiettato sul megaschermo del teatro il video ambientalista “L’Uomo” di
Steve Cutts, con accompagnamento al pianoforte da parte del Maestro Francesco
Salinari, che ha eseguito un brano di Grieg “Il Re della montagna”.
All’evento erano presenti, tra gli altri, accanto al Presidente del Rotary Club Caserta “Terra
di Lavoro 1954”, Vincenzo Iorio, il Vescovo di Caserta, Monsignor Pietro Lagnese, il
deputato Marco Cerreto e il Vicario del Prefetto di Caserta, Biagio Del Prete.
Lo spettacolo A.M.A. ha inteso promuovere un forte messaggio di speranza alle famiglie
che vivono l’autismo e a chiunque lavori e si interfacci con esso. Ascoltare ed apprezzare
le note del Maestro Francesco Salinari, che ha ricevuto un’ovazione da parte della platea,
ha dimostrato che l’autismo è gestibile e trattabile e si può riuscire ad ottenere tanta
autonomia, purché si riesca a trovare la chiave giusta. Per il Maestro è stata la musica, ma
per altri può essere qualcos’altro, come ad esempio l’arte lo è stata per Salvo.
Salvo è un bimbo casertano, figlio di Marilù, che ha dato vita al progetto “SonoSalvo”,
finanziato dall’Unione Europea, che ha reso possibile la stampa di un fumetto e dei disegni
di Salvo su vari gadgets distribuiti in tutta Europa. In particolare, nel corso dell’evento
A.M.A., al quale Salvo è stato presente in compagnia della mamma, il cappellino da lui
realizzato è stato indossato dai bambini del coro della Minipolifonica. Il ricavato del
progetto “SonoSalvo” è destinato alle casse dell’organizzazione non profit “La Forza del
Silenzio”, che opera sulle terre e sui beni confiscati alla camorra a Casal di Principe.
Lo spettacolo A.M.A. è solo l’inizio di un progetto che prevederà incontri nelle scuole, con
l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sui temi dell’educazione civica e dell’inclusione.