Prospettive seconda metà di stagione per la JuveCaserta

Fino a questo momento, si è trattato di una stagione non molto foriera di soddisfazioni per la JuveCaserta, visto che queste prime 17 partite hanno riservato parecchie delusioni per i tifosi della squadra campana. Con 16 punti, infatti, il bilancio è in negativo, visto che Caserta ha vinto 8 partite, ma ne ha perse ben nove.

In realtà, però, la situazione a livello di classifica è molto in equilibrio. La JuveCaserta si trova attualmente al decimo posto, agganciata al nono occupato da Urania Milano, ma è soli due punti dal gruppone posizionato al quinto posto, composto da Piacenza, Verona, Udine e Imola. E, ancora, il terzo posto, occupato in coppia da Ferrara e Mantova è molto più vicino di quanto si possa pensare, visto che entrambe sono a quota 20.

Playoff per la JuveCaserta? Ecco perché è difficile…

Insomma, i tifosi che credono nella possibilità di giocarsi i playoff potrebbero anche avere ragione. Scommettere su una post-season della JuveCaserta è possibile, basta scegliere la piattaforma migliore per le proprie esigenze. Ci sono tanti portali di gioco d’azzardo online che mettono a disposizione delle quote particolarmente interessanti in riferimento alla pallacanestro, ma il consiglio migliore da seguire è di puntare su una piattaforma che possa offrire anche dei bonus piuttosto vantaggiosi a tale scopo. Conviene scegliere casino versatili, in modo tale da poter provare anche altri giochi d’azzardo e non rimanere unicamente circoscritti alle scommesse sportive.

La partita che è stata disputata in casa contro la capolista Ravenna, però, ha messo bene in evidenza come, attualmente, la situazione sia molto complessa. Non è tanto per la sconfitta giunta contro la prima della classe che, per certi versi, era pure da mettere in preventivo, quanto piuttosto per la sensazione di non poter essere mai in partita.

Insomma, la JuveCaserta ha dato l’impressione di non potersela giocare mai, oltre ad un approccio difensivo che non ha pagato. Troppi i punti concessi a Ravenna (ben 85), che hanno sottolineato uno dei punti deboli attuali di questa squadra: si prendono troppi punti e questo è un ostacolo che potrebbe diventare insormontabile per chi vuole raggiungere i playoff.

Difesa e attacco: problemi su entrambi i lati del campo

D’altro canto, c’è da notare come Marco Giuri potrebbe davvero essere la stella a cui Caserta deve aggrapparsi per sognare in grande: il problema è che manca un supporting cast all’altezza. Cusin chiaramente sotto canestro è molto importante, ma non è un giocatore che viaggia spesso in doppia cifra di media.

Anche i tifosi l’hanno ormai capito: servono altre frecce nell’arco di Caserta dal punto di vista offensivo e non ci si può affidare sempre e solo a Marco Giuri. Ravenna, ad esempio, poteva contare sulla verve di Thomas, ma al tempo stesso ha avuto diverse alternative che hanno dato un valido contributo in attacco, come ad esempio Marino, Venuto, Treier e Potts, tutti in doppia cifra.

La coperta corta di Caserta potrebbe rivelarsi una problematica di non poco conto, soprattutto in un momento della stagione in cui serve assolutamente trovare una certa continuità di risultati. È vero, infatti, che la graduatoria è molto compatta, ma è altrettanto facile intuire come ci siano così tante squadre in lotta che basta fare qualche passo falso di troppo per essere estromessi dalla lotta per la post-season.

Di qui la necessità di invertire presto la rotta, ma si tratta anche di registrare l’approccio difensivo: i 30 punti concessi nella terza frazione a Ravenna la dicono lunga su quanto la squadra campana debba ancora lavorare per rendere i meccanismi difensivi molto più efficaci. Subire oltre 80 punti a partita non è certo il miglior biglietto da visita per chi punta ai playoff.