Provincia di Caserta. Approvato piano Pari Opportunità 2019/2021

La Provincia di Caserta ha approvato con Decreto Monocratico Presidenziale n. 225 del 06 Novembre 2019, il “Piano di azioni positive in materia di pari opportunità triennio 2019/2021”.

Promuovere azioni per l’inserimento delle donne nei settori e nei livelli professionali nelle quali sono rappresentate – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca – nonché favorire il riequilibrio della presenza femminile in ogni settore della vita sociale e lavorativa, significa contribuire a realizzare sempre di più una società paritaria, dove le donne non sono più penalizzate. Un segnale positivo già si è avuto nella composizione politica dell’attuale Consiglio Provinciale – ha concluso Magliocca – che a differenza della precedente consiliatura vede raddoppiata la presenza tra gli scranni di Consigliere donne salite oggi a ben 4 unità: Frasca Pamela, Diana Olga, Piccirillo Antonella, Santillo Mariagabriella”.

Il “Piano di azioni positive della Provincia di Caserta per il triennio 2019/2021” costituisce lo strumento operativo dell’Ente per l’applicazione concreta dei principi di pari opportunità. Intende, in sintesi, fronteggiare il fenomeno delle discriminazioni in relazione al genere, all’età, alle convinzioni personali e religiose, alla disabilità, all’etnia, attraverso interventi tesi alla rimozione di ostacoli che di fatto impediscono la realizzazione delle pari opportunità nel mondo del lavoro. Nel contempo il Piano propone interventi tesi alla diffusione di una cultura organizzativa orientata alla valorizzazione del contributo di donne e uomini, dove la differenza è un fattore di qualità sia nelle relazioni con cittadini sia nelle modalità lavorative e nelle relazioni interne.

Il Piano si propone di sostenere anche l’azione formativa e di sensibilizzazione svolta da Enti ed Associazioni del territorio provinciale, in modo da favorire una cultura di rispetto ed inclusione, di prevenzione e contrasto dell’omotransfobia sia negli uffici dell’Ente sia nei servizi erogati alla comunità.