Questione rifiuti: i chiarimenti del sindaco Alfonso Golia

Sulla questione rifiuti si evitino strumentalizzazioni

AVERSA- Il sindaco Alfonso Golia dalla sua pagina Facebook chiarisce, citando un articolo del Mattino di oggi,  le ragioni dell’attuale emergenza rifiuti. È la stessa Senesi, la società che si occupa del ritiro dei rifiuti e che  sarà sostituita per i prossimi cinque anni dalla Tekra, a sottolineare che  dal 2010  non viene loro corrisposta l’integrazione per i lavoratori; che dal 2014 hanno garantito il turn over con i figli di chi andava in pensione, ma che 12 lavoratori non sono stati computati dal comune; che sono commissariati e dopo 30 anni di attività chiuderanno in perdita e infine che il blocco dei centri di smaltimento ha consentito loro di conferire solo 150 tonnellate su 450 di immondizia.

Considerate le ragioni di carattere strutturale di tale emergenza, il Sindaco consiglia di evitare ogni tipo di sciacallaggio politico mediatico e dichiara:

Siamo in carica da 4 mesi e con la Prefettura, la giunta, i consiglieri comunali e gli uffici siamo al lavoro incessantemente per uscire da un’emergenza e da una situazione complessa che abbiamo ereditato e stiamo gestendo con grande senso di responsabilità.

Abbiamo sempre compreso le ragioni dei lavoratori ai quali è andata la nostra vicinanza in più di un’occasione perché non ritenevamo che le responsabilità di altri dovessero ricadere su di loro.

Noi stiamo facendo la nostra parte, pagamenti compresi, ma siamo anche stati costretti a “battere i pugni” e finalmente, anche se a rilento la raccolta è ripresa.

È certo , comunque,che saranno necessari ancora giorni per smaltire i rifiuti in strada  e che tale problematica era ben nota prima dell’estate, quando la cittadinanza fu avvisata della chiusura dei centri per lo smistamento dell’umido.

Sottolineati gli aspetti problematici della vicenda sui rifiuti ,il Sindaco confida “nel senso di comunità e nella partecipazione attiva dei cittadini e chiede di “segnalare alle Forze dell’Ordine e alla Polizia Locale comportamenti sospetti, abbandoni illegali di rifiuti e ingombranti”

A qualche cittadino che, commentando il post, fa notare l’operato non certosino di alcuni addetti, il Sindaco risponde che sta procedendo a tutti i controlli che sono nelle sue possibilità, applicando penali e allertando il prefetto.