Regionali 2020. ” Luigi Mandrake Bosco” lascia Caputo per Mastella. La Delusione dei Renziani

Luigi Bosco, nei mesi scorsi aveva ufficialmente sancito un accordo di massima con Nicola Caputo per il suo passaggio con Italia Viva

Caserta. E’ ormai ufficiale: il  Sindaco di Benevento Clemente Mastella e il Consigliere Regionale uscente Luigi Bosco alle prossime , imminenti elezioni regionali saranno a sostegno di un governo bis targato Vincenzo De Luca . La lista è in fase di definizione si chiamerà ” Noi Campani con De Luca ” e sarà ricca di candidati che , almeno sulla carta ,hanno tutti i numeri giusti per puntare ad una poltrona a Palazzo Santa Lucia. Questi dovrebbero essere i nomi: il vicesindaco di Bellona Steve Stellato, il sindaco di Casapesenna Marcello De Rosa, il presidente del consiglio di Sessa Aurunca Massimo Schiavone, il figlio dell’ex sindaco di Aversa Orlando De Cristofaro, , il presidente del consiglio comunale di Piedimonte Gianluigi Santillo ,la giovane Caterina Sagliano di San Marcellino e la consigliera comunale di Caserta Liliana Trovato, donna quest’ ultima molto vicina, politicamente si intende, a quel Luigi Bosco che nel bene o nel male riesce sempre a far parlare di se’.

Luigi Bosco, nei mesi scorsi aveva ufficialmente sancito un accordo di massima con Nicola Caputo per il suo passaggio con Italia Viva. Accordo che è stato rispettato a tal punto che oggi a rappresentare il partito di Renzi, nelle vesti di coordinatori provinciali, ci sono un uomo e una donna , cioè Peppe Altieri e Carmela De Rosa rispettivamente persone di fiducia di Caputo e Bosco.

La  nascita di ” Noi Campani con De Luca “ ha colto alla sprovvista il Gruppo Provinciale di  “ Italia Viva Caserta” che ha preso immediatamente le distanze dal giovane Consigliere Regionale Casapullese il quale ancora una volta si rivela un vero e proprio ” mandrake” della politica nostrana . Di seguito la nota stampa diffusa dal coordinamento provinciale di  Italia Viva: ” Apprendiamo che il consigliere Luigi Bosco è tra i promotori e sostenitori , insieme all’ onorevole Mastella della lista ” Noi Campani” che si presenterà alle prossime elezioni regionali. Prendiamo quindi atto che il consigliere ha preso una strada politica diversa da quella di Italia Viva”. Sul punto è intervenuto anche Peppe Altieri co-coordinatore provinciale di Caserta:” Dal momento in cui Luigi Bosco ha scelto di fare una lista civica si è praticamente autoescluso da Italia Viva che da Statuto non consente a nessun iscritto di compiere tale operazione politica.”

 La Perdita di Bosco è stata un brutto colpo per Italia Viva che, tuttavia, nello stesso comunicato ,ha confermato per le prossime elezioni regionali una lista renziana a sostegno della candidatura di Vincenzo De Luca.

Poche parole, quelle scritte nel comunicato e rivolte a Bosco dalle quali pero’ si intravede tutta la delusione del cordinamento provinciale di Italia Viva.

 Tornando alla scelta di Luigi Bosco ,che prima abbiamo definito ” Mandrake della Politica Nostrana“, noi non ci stupiamo piu’ di tanto . Nel bene o nel male , questo dipende da che punto di vista lo si vuole valutare , il giovane casapullese  è divenuto un po’ l’ uomo di tutte le stagioni.basta pensare che ha rappresentanze in piu’ enti al di la’ del colore politico che li amministra. Due esempi su tutti :Liliana Trovato ,consigliere comunale di maggioranza a sostegno del Sindaco PD ,Mario Russo ,consigliere provinciale a sostegno del Presidente della Provincia di Forza Italia.

la storia sembra ripetersi anche con Italia Viva dalla quale Luigi Bosco si è allontanato per costruire un nuovo, ennesimo percorso politico con Mastella ( ex Forza Italia). Al partito di Renzi ,pero’, Bosco ha lasciato in eredità una sua fedelissima che oggi ricopre l’ incarico di co- coordinatrice Provinciale insieme a Peppe Altieri alter ego di Nicola Caputo.

Stiamo parlando di Carmela De Rosa che nell’ ottobre del 2017 fu confermata coordinatrice cittadina a Caserta di Campania Libera, il movimento fondato dal giovane Luigi Bosco e grazie al quale il consigliere regionale ha consacrato la sua brillante carriera politica.