Ricatti hard sul social, individuata donna

Adescava su Facebook le proprie vittime, perlopiù uomini residenti nella provincia di Pescara, e avviava con loro una relazione virtuale durante la quale si faceva inviare foto intime che usava come arma di ricatto: “O mi dai i soldi o le diffondo online facendole conoscere ai tuoi familiari”:

Adriana 640×300

queste le richieste fatte alle vittime da una donna di 51 anni del Casertano, che è stata arrestata e condotta in carcere dal personale della Polizia Postale e delle Comunicazione di Napoli su ordine del Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per i reati di “stalking e sextortion”, ovvero estorsione a sfondo sessuale.

Dalle indagini, coordinate dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere ed effettuate dalla Polizia Postale di Napoli con la collaborazione di quelle di Pescara e Roma, è emerso che la donna avrebbe creato falsi profili su Facebook attraverso i quali perseguitava gli uomini che non cedevano al suo ricatto, pubblicando le loro foto e diffamandoli; in altre circostanze la 51enne ha contattato i familiari delle vittime.