ROBBIO. Anche nel giorno dell’Epifania i robbiesi vanno a donare il sangue, quest’anno con un donatore in più

ROBBIO – Domenica 6 gennaio 2019 l’Avis di Robbio (PV) ha iniziato il 2019 con quella che è il più bel gesto di solidarietà umana che si possa fare: donare il sangue. Alle ore 7.30 erano già in 5 i volontari pronti a donare il sangue presso la sede dell’AVIS di Robbio e fra di essi c’era un nuovo donatore: Antonio De Pinto, già volontario abituale di sangue (dona il sangue con scadenza trimestrale, con all’attivo oltre 70 donazioni), presso l’Ospedale Civile Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, dal 2001 appena diciottenne.

Antonio De Pinto, diplomato liceo linguistico, napoletano di nascita e residente sino a qualche mese orsono nella Città di San Nicola la Strada (prov. Di Caserta), provetto subacqueo e, per sette anni “Alpino” presso il 5° Reggimento di Vipiteno (BZ), appena compiuto il suo diciottesimo compleanno ha voluto “regalarsi” una donazione di sangue. Un gesto dall’alto valore civico e morale pienamente in linea con quelli che sono i dettami del Corpo degli Alpini, da sempre a fianco della popolazione.

Donare il sangue è un gesto concreto di solidarietà. Significa letteralmente donare una parte di sé e della propria energia vitale a qualcuno che sta soffrendo, qualcuno che ne ha un reale ed urgente bisogno, significa preoccuparsi ed agire per il bene della comunità e per la salvaguardia della vita. Donare il sangue è innanzitutto un dovere civico, la disponibilità di sangue è infatti un patrimonio collettivo a cui ognuno di noi può attingere in caso di necessità e in ogni momento. Una riserva di sangue che soddisfi il fabbisogno della nostra comunità è quindi una garanzia per la salute di tutti, donne, uomini, giovani, vecchi, bambini, compresi noi stessi e le persone che ci sono più care. L’Avis Robbio nasce con la costituzione di un gruppo di donatori robbiesi presso l’Avis Comunale di Mortara (PV), con la successiva fondazione della sezione di Robbio, presieduta dapprima da Giuseppe Vittorio Garibaldi (1966 – 1988) e poi da Francesco Spadini (1989 – 2004) e continua con la costruzione dell’attuale sede di Largo Volontari del Sangue, inaugurata il 2 Maggio 1999.

Avis Robbio è un’associazione di volontariato priva di fini lucrativi, apartitica e aconfessionale, che non ammette discriminazioni di sesso, razza, lingua, nazionalità, religione o ideologia politica. L’Associazione promuove la donazione del sangue (e dei suoi emocomponenti) volontaria, periodica, non remunerata, anonima e consapevole, con lo scopo di migliorare l’educazione alla solidarietà, alla gratuità del dono, alla partecipazione sociale e civile, nonché alla tutela del diritto alla salute. La sezione AVIS di Robbio, grazie all’aiuto di tantissimi volontari e del suo attuale Presidente Francesco Spadini, in passato anche Presidente provinciale, con l’11 % ha il più alto indice di penetrazione, ovvero il rapporto tra popolazione e donatori, in Italia ed hanno intenzione di migliorarsi sempre di più.