S.M.C.VETERE. PRU e “Io Gioco Legale”, prosegue l’iter per la riqualificazione del rione IACP

La progettazione esecutiva relativa al prolungamento stradale di via Michelangelo comportava uno sconfinamento di circa 2 metri su cinque suoli privati. Problema adesso risolto grazie alle mediazioni avviate con i proprietari da parte dell’amministrazione Mirra.

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Con delibera di consiglio comunale è stato dato nuovamente avvio ai lavori previsti dal PRU (Piano di Recupero Urbanistico) i cui interventi, partiti dopo l’insediamento dell’amministrazione Mirra e che interessano principalmente la riqualificazione del rione IACP, erano stati momentaneamente sospesi per la presenza di un errore del progetto eseguito nel 2002; errore che è emerso soltanto grazie ai lavori in corso.

Nello specifico la progettazione esecutiva relativa al prolungamento stradale di via Michelangelo comportava uno sconfinamento di circa 2 metri su cinque suoli privati. Problema adesso risolto grazie alle mediazioni avviate con i proprietari da parte dell’amministrazione Mirra. In questo modo, parte concretamente la riqualificazione del rione IACP attraverso i programmi perseguiti dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Mirra che, grazie al lavoro sinergico con i competenti uffici comunali, ha recuperato somme e progetti fondamentali per la valorizzazione del quartiere.

I lavori prevedono la realizzazione di un parco con area verde attrezzata, un mercatino rionale con annesso parcheggio e aree di tutela pedonale al fine di garantire forti principi di residenzialità e socialità. Via libera anche all’intervento che, nell’ambito del contratto “Io Gioco Legale”, prevede lavori finanziati con fondi ministeriali pari a 350.000 euro da destinare alla realizzazione di un palazzetto dello sport polifunzionale coperto.