S.Nicola la Strada – Ennesimo intervento della Polizia alla Rotonda Ovest, preso pusher

La nota piazza di spaccio sempre al centro di episodi di microcriminalità

SAN NICOLA LA STRADA – Sabato 19 ottobre 2019, l’ennesimo scambio di droga fra pusher nordafricani e assuntori di droga è stato interrotto dall’intervento da Personale della Polizia di stato, nella fattispecie della Squadra Volante diretta dal Vice Questore, Luigi RICCIARDI, che sono intervenuti, appena è avvenuto lo scambio della dose di droga pattuita dai due, alla Rotonda di San Nicola la Strada, lato Ovest.

La predetta zona è nota come zona di spaccio alla stregua di quelle di Scampia ed è sottoposta a controlli sempre più serrati da parte dell Forze di Polizia (Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza) soprattutto nel corso del fine settimana. Infatti, l’episodio in questione è avvenuto sabato scorso.

Gli uomini del dirigente Luigi Ricciardi hanno avuto sentore che qualcosa non andava quando hanno notato all’interno del lato Ovest della Rotonda il giovane extracomunitario, di origini del Ghana, è stato raggiunto da un giovane italiano che, dopo aver confabulato con lui, gli cedeva una banconota ed il pusher gli cedeva una dosa di droga. A questo punto decidevano di intervenire ma la loro presenza è stata subito notata dai due che si dono dati subito alla fuga.

Il giovane italiano riusciva a far perdere le sue tracce, mentre il giovane ghanese veniva arrestato. Nel corso della fuga l’uomo gettata i soldi ricevuti ed un involucro che, successivamente all’arresto, risultava contenere 10 “stecche” di sostanza stupefacenti. Sottoposto a perquisizione personale, gli agenti trovano ulteriori 6 stecche che, ad un successivo controllo da parte delli operatori della Scientifica, risultava essere hashish.

Complessivamente l’hashish sequestrato ammonta a 40 grammi. Il giovane veniva dunque dichiarato in arresto a lunedì verrà giudicato per direttissima. Un plauso ed un ringraziamento agli uomini ed alle donne della Polizia di Stato che quotidianamente combattono contro gli spacciatori di “morte”.