S.Nicola la Strada – Furti di ruote, pandemia delinquenziale che sconvolge non solo Napoli

Verdi: “Situazione particolarmente grave, fenomeno dilagante. Servono maggiori controlli durante le ore notturne”

SAN NICOLA LA STRADA – “Se Atene piange Sparta non ride” recita il proverbio e si adatta a perfezione alla situazione che stanno vivendo sulla propria pelle tutti i cittadini di San Nicola la Strada che, con cadenza quasi quotidiana, pubblicano sul web le foto delle auto che, nel corso della notte rimangono vittime di esperti malviventi che in pochi secondi asportano tutte e quattro le ruote delle autovetture che i sannicolesi sono costretti a parcheggiare sulla pubblica via non avendo a disposizione un garage privato.

Leggendo la denuncia dei Verdi di Napoli di ieri i nostri corregionali residenti a Napoli non stanno affatto meglio. Si può obiettare che Napoli è una metropoli internazionale con oltre un milione di abitanti, ma la mancanza di sicurezza personale non è una scusa che può lasciarci tranquilli, così come neppure il proverbio: “Mal comune mezzo gaudio” ci solleva da questa insicurezza personale e pensare che ci sono tanti nostri fratelli che stanno peggio di noi ci rassicura.

“Proseguono senza sosta le segnalazioni circa i furti di ruote a Napoli e in provincia” – ha affermato in un comunicato stampa il Consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli –“Un fenomeno che oramai ha assunto contorni dilaganti. Si tratta di una situazione particolarmente grave, comune a tutti i quartieri della città e ai comuni delle province campane. L’ultima segnalazione in ordine di tempo arriva dal corso Vittorio Emanuele. I ladri sono entrati in azione anche lì, lasciando diverse automobili senza ruote. Tale episodio dimostra che i malviventi non si fanno scrupolo di entrare in azione nelle strade maggiormente frequentate”.

È questa la denuncia arrivata da Francesco Emilio Borrelli e dai consiglieri del “Sole che Ride” alla I^ Municipalità Gianni Caselli e Benedetta Sciannimanica. “Purtroppo, durante le ore notturne” – ha aggiunto Borrelli – “i ladri sono liberi di agire indisturbati. I CONTROLLI NON SONO COSÌ CAPILLARI DA RIUSCIRE A CONTENERE I COMPORTAMENTI DELINQUENZIALI.

Tale criticità è determinata anche dalle carenze di personale che caratterizzano le forze dell’ordine sul territorio. Da tempo denunciamo tale problematica. L’ex ministro dell’Interno Salvini promise l’inviò di nuove unità ma le sue promesse sono rimaste tali. Dal nuovo capo del Viminale Lamorgese attendiamo un atteggiamento molto più attento e fattivo nei confronti del territorio”.