Salvini ha presieduto a Castel Volturno il Comitato nazionale per l’Ordine e la Sicurezza

Il ministro, prima della riunione del Comitato, ha visitato il Commissariato di P.S. di Castel Volturno.

CASTEL VOLTURNO – Il tradizionale appuntamento con il Comitato nazionale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica nel giorno di Ferragosto si è tenuto presso la Scuola Forestale Carabinieri di Castel Volturno, presieduto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. Al termine, il titolare del Viminale ha incontrato la stampa e presentato alcuni dati sulle attività del ministero dal 1° agosto 2018 al 31 luglio 2019.

E’ iniziato, con oltre un’ora di ritardo sul programma originario, il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica a Castel Volturno. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha presieduto i lavori e ha cominciato con una relazione con i principali risultati conseguiti in un anno di attività del Viminale. Il Dossier del Viminale riporta gli interventi di tutti i Dipartimenti che fanno capo al Ministero: Gabinetto del ministro; Ufficio affari legislativi e relazioni parlamentari; Dipartimento per gli Affari interni e territoriali; Dipartimento della Pubblica Sicurezza; Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione; Dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile; Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità.

Nel corso del suo lungo intervento, al quale hanno preso parte molte decine di giornalisti e fotoreporter più per segnalare le contestazioni nei confronti del Ministro e dei leghisti che lo hanno seguito in questo suo tour a Castel Volturno che sottolineare i numeri dell’attività del Ministero dal 1° agosto 2018 al 31 luglio 2019, Salvini ha, fra l’altro, ribadito di non voler fare passi indietro rispetto alla sua linea in materia di immigrazione. “Se qualcuno è nostalgico dei 200mila sbarchi lo dica”, ed ha fatto presente che la sua lotta per la difesa dei confini della Nazione, alle mafie ed al crimine in generale “…. È una vera e propria ossessione….” dicendosi dispiaciuto che “….Conte abbia pubblicato le sue dichiarazioni proprio mentre stavo coordinando i lavori qui a Castel Volturno.

Sono venuto qui” – ha sottolineato – “per restituire a questo territorio la dignità perché non merita di essere conosciuto come patria della camorra, dell’ecoballe e della mafia nigeriana. sono circa quindici mila gli immigrati presenti a Castel Volturno e non censiti. Vado particolarmente orgoglioso del lavoro svolto dalle forze dell’ordine – ha aggiunto – “perché le violenze sessuali sono calate del 24%, così come sono calati i casi di violenza in famiglia”. “Aumentano i roghi tossici e ci sono 255 uomini a presidiare discariche e Stir in Campania. Non c’è un impianto di compostaggio. De Luca ha bloccato la costruzione del secondo inceneritore.

Chi non fa nulla per evitare l’emergenza aiuta la camorra”. I dati presenti nel Dossier del Viminale sono tutti più che positivi a cominciare dalle manifestazioni di piazza che sono diminuite del 10,39%, il DASPO nelle manifestazioni sportive, comprese il calcio, è aumento del 3,3%, l’attività della Polizia Stradale è aumentata dello 0,86% e gli incidenti stradali sono diminuiti del 2,8% anche se le persone decedute sono aumentate, le operazioni straordinarie sul territorio hanno dato esiti positivi: nell’ambito dell’Operazione “Stazioni Sicure”: operazioni effettuate 23, stazioni controllate 9.137, persone identificate 139.291, bagagli controllati 22.899, arrestati 58, indagati 369, sanzioni amministrative 1.003, poliziotti impiegati 29.097;

nell’ambito dell’Operazione “Periferie Sicure”; operazioni effettuate 8, poliziotti impiegati 18.330*, persone controllate 65.992, denunciati 856, arrestati 231, veicoli controllati 43.209, mezzi sequestrati 341, esercizi pubblici controllati 4.394, sostanze stupefacenti sequestrate 35 Kg; nell’ambito della sicurezza urbana sono stati spesi ben 38 milioni di euro per la sicurezza di 14 Città Metropolitane: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia; sono stati spesi 67 milioni di euro per la video sorveglianza di 646 comuni (9,2 mln di euro solo in Campania); oltre 100 le città coinvolte in materia di Scuole sicure, 100 i progetti per il rafforzamento dei controlli antidroga davanti alle scuole che hanno visto coinvolti 598 istituti scolastici, Droga sequestrata 14,7 Kg, Arresti 31, Denunce all’autorità giudiziaria 45, Violazioni amministrative e illeciti 855, Personale impiegato oltre 26 mila, Servizi effettuati oltre 13 mila;

in ambito della cosiddetta “Delittuosità” c’è stata una diminuzione del 14% di omicidi; una diminuzione del 16,2% di rapine; meno 11,2% di furti, meno 2,1% di truffe; in ambito della violenza di genere meno 13% di denunce per stalking, più 32,5% di ammonimenti da parte del Questore, meno 1,2% di allontanamenti; grande attenzione al terrorismo internazionale ed interno, è prevista l’assunzione di 4.503 agenti di P.S. entro il 2020 che saranno destinati per il 70% alle Questure.

Grande attenzione è stata rivolta inoltre alla lotta alle mafie con: Sequestri beni pari a 6.802; valore dei beni 3.851 mln di euro, Confische 3.644, valore dei beni 3.707 mln di euro. 16.738 è il totale dei beni restituiti alla collettività da parte dell’ANBSC (Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata) e 20.309 sono i beni in gestione. Grande attenzione è stata dedicata alla lotta al racket ed all’usura. In materia di sbarchi dovuti all’immigrazione gli Immigrati sbarcati sono stati 8.691 -79,6% di cui minori stranieri non accompagnati 1.119 -81,5%; Scafisti arrestati 94 -55%; Cadaveri recuperati (Mediterraneo centrale) 4 -95,2; Presunti dispersi in mare (Mediterraneo centrale – dati UNHCR) 757 – 55,3%.

Notizie meno positive per quanto riguarda i rimpatri. Per quanto riguarda gli immigrati in accoglienza al 31 luglio 2019: 110 sono in HOTSPOT, 78.865 in CENTRI DI ACCOGLIENZA, 26.167 SIPROIMI, per un totale di 105.142, con un – 34% rispetto al 2018 ed una spesa pari a 501,4 mln di euro rispetto ai circa 6 miliardi di euro dal 2015 al 2018. Per quanto riguarda gli organici dei Vigili del Fuoco sono state assunte per il 2018 454 unità, mentre per il 2019 saranno 650 le assunzione per un totale nel biennio di 1.104 assunzioni.