San Marco Evangelista espugna il “Clemente” nel derby calatino di Prima Categoria.

Foto d’archivio

San Marco Evangelista espugna il “Clemente” nel derby calatino di Prima Categoria.

Di Fiore Marro

Caserta 25 novembre 2017

I “Massaruoli” si aggiudicano il derby, con un secco 3 a 1, ma la notizia vera è che  a vincere è stato il calcio.

L’ASD San Marco Evangelista vince il derby di Prima Categoria, Girone B, contro i cugini sannicolesi del San Nicola Calcio 2009, con un rotondo 3 a 1 che ha comunque dato modo di apprezzare lo spessore atletico di entrambe le compagini, nonché il discreto tasso tecnico della squadra di Mister Nello Amato, andata in gol con Vinciguerra, Mastroianni e Santonastaso. I giallorossi di Nello Amato hanno sciorinato giocate di alta classe nonostante l’assenza pesante di 4 calciatori titolari. Rete della “bandiera” di Carta per i verdeblu, agli ordini di Mister Antonio Letizia.

Le formazioni in campo hanno messo in mostra un buon calcio, offrendo al pubblico giocate talvolta di categoria superiore, alcuni  gol sono stati di pregevole fattura. La gara è stata vinta dalla compagine che ha giocato un poco meglio. Il San Marco con questa vittoria scavalca proprio i sannicolesi in classifica, arrivando a 15 punti ( il San Nicola rimane a 14), piazzandosi al secondo posto, dietro al Teano che di punti ne ha 19, a questo punto della stagione giunto all’8° turno di campionato.

Una gara che ha richiamato la presenza di tantissimi appassionati.

La partita si è svolta davanti a una folta platea, presenti molti addetti ai lavori della provincia, spiccava la presenza dell’immarcescibile Mister Innocenzo Lombardi, il “patron” della Hermes Casagiove Michele Corsale, e poi molti calciatori del passato, che hanno dato lustro alla nostra provincia, tra loro Vincenzo Rossi, Enzo D’Aiello, Pietro Bernardo, Antonio Russo, Fabrizio Caiazza e poi allenatori vincenti come Gino Esposito, e tanti altri, accorsi al campo sportivo Clemente per assistere alla gara clou del campionato di Prima categoria.

“E’ stata una prova dura, ma molto leale, – ha detto il presidente Pasquale Tedesco- ci ha visti prevalere, nonostante le tante assenze. Contento per la vittoria e per la correttezza  in campo, a fine gara e sugli spalti. Una partita da incorniciare per i miei ragazzi, tutti molto bravi.” “Colgo l’occasione – prosegue Tedesco- per dedicare questa gara al compianto sindaco di Cellole, Angelo Barretta, venuto a mancare prematuramente  in questi giorni, a nome mio personale e di tutta la squadra, rendiamo le nostre condoglianze alla famiglia e a tutta la comunità di Cellole, con cui abbiamo avuto modo, anche grazie al calcio, di interagire e trovare affinità morali e fraterne”.