SAN NICOLA LA STRADA. Ambiente, c’è un modo nuovo per il recupero dei rifiuti senza inceneritori, la soluzione con l’Autoclave P2P

SAN NICOLA LA STRADA

Ambiente, c’è un modo nuovo per il recupero dei rifiuti senza inceneritori, la soluzione con l’Autoclave P2P

SAN NICOLA LA STRADA – Venerdì 11 maggio 2018, alle ore 18.30, nel Salone Borbonico di San Nicola la Strada, si terrà un interessantissimo convegno dal titolo: “EMERGENZA AMBIENTALE – Dai biodigestori alla soluzione dell’autoclave P2P”, metodo rivoluzionario per trasformare la spazzatura in energia pulita, ideato dall’ingegnere indiano Raghavendra Rao, per anni direttore tecnico della Petronas, la compagnia petrolifera malesiana di proprietà governativa e che è in netta contrapposizione ai cosiddetti “Biodigestori” e/o “Termovalorizzatori” di prima ed ultimissima generazione che, comunque, producono polveri sottili e un grave danno alla salute dei cittadini ed all’ambiente. L’obiettivo esplicitato da Antonio Dentice d’Accadia, Presidente del Comitato LIDU di San Nicola la Strada, consiste nell’incontro tra le Amministrazioni Comunali, la compagine politica, l’associazionismo e l’imprenditoria. Attraverso la divulgazione scientifica, verificare la fattibilità degli impianti a impatto ambientale zero, appoggiando la battaglia per l’Autoclave P2P intrapresa dallo scienziato Antonio Malorni ben dieci anni fa. Ma cos’è il cd. “Sistema Autoclave+P2P”? Si tratta di un innovativo sistema di trattamento dei Rifiuti Solidi Urbani (RSU), composto da due diversi Moduli: Modulo A Sistema Autoclave: Trattamento termico dei rifiuti; Modulo B Sistema P2P (Plastic to Petrol): Trasformazione delle materie plastiche in carburante/biogas. Modulo A (SISTEMA AUTOCLAVE). Il sistema, che è stato studiato per il trattamento dei rifiuti provenienti da raccolta sia differenziata che indifferenziata, utilizza fino all’80% dei materiali recuperabili 5 resi, a fine processo, completamente puliti o meglio sterilizzati 5 e trasforma automaticamente il rifiuto organico in “floc”. Questa è una sorta di cellulosa inerte e inodore, ad altissima resa energetica (in quanto a elevato valore calorico, ca. 5.500 kcal/kg) che può alimentare inceneritori/termovalorizzatori trasformando gli stessi in semplici impianti a biomassa. Il “floc” si può anche indirizzare alla digestione anaerobica, con una sosta di soli 15 giorni e senza alcun miasma, oppure gassificare, il tutto per estrarne un alto quantitativo di biogas con la conseguente trasformazione in energia. Il sistema (unico al mondo) è ad emissioni nell’aria pari a ZERO! Modulo B (SISTEMA P2P). È il modulo di cui oggi presentiamo “il cuore”, cioè il reattore. Dalle plastiche (anche miste, sporche e inquinate) al carburante: con un semplice processo si ottiene dell’olio sintetico (completamente privo di zolfo) che, dopo la raffinazione, dà origine a gasolio, benzina, kerosene ed olio pesante. Un aspetto importante: questa macchina è in grado di trattare molti altri materiali (pneumatici e oli da autotrazione esausti, oli vegetali di qualsiasi tipo, sfalci e potature, resti ed escrementi animali, escrementi umani, catrame e bitume esausti, scarti delle cartiere, fanghi di risulta dall’estrazione del petrolio e molto altro) semplicemente cambiando il catalizzatore e producendo 5 oltre o in alternativa al carburante 5 gas GPL, metano, etanolo. Con questo macchinario siamo in grado di ripulire completamente, e quindi ridare vita, alle discariche già esistenti e ormai esauste: emissioni nell’aria pari a ZERO! Il convegno è stato reso possibile grazie alla compartecipazione di numerose associazioni: Il Giardino, Alterum, Accademia Tiberina, N.S. di Lourdes, Accollatori di San Nicola, Filo di Arianna, Corriere di San Nicola, Barca di Teseo, Gli Allori, Alphabet, Centro Italiano Femminile (CIF), Pro loco San Nicola la Strada. Modereranno il Dott. Alessandro Augurio e l’Arch. Alexia Massoli. Saluti: Avv. Vito Marotta, Sindaco di San Nicola la Strada; Dott. Antonio Dentice d’Accadia, Presidente LIDU San Nicola la Strada; Dott.ssa Maria Vittoria Arpaia, Presidente LIDU Napoli; i Presidenti delle associazioni co-promotrici dell’evento; e Giovanna Tramontano, collaboratrice esterna del Comitato LIDU. Relatori: Prof. Antonio Malorni, già Dirigente del CNR, scienziato da anni impegnato nella divulgazione scientifica dell’Autoclave P2P; il Dott. Diego Fissore, Presidente della multinazionale Bestrade; l’Ing. Gian Luigi Demaria, Responsabile tecnico Bestrade; e il Sig. Giuseppe Di Lorenzo, Agente Bestrade per il Sud Italia. Conclusioni dell’On. Alfredo Arpaia, Presidente d’Onore della LIDU nazionale.