SAN NICOLA LA STRADA. De Matteis (M5s) con interrogazione sulla piscina comunale chiede di sapere quando ci sarà l’affidamento della stessa

NUNZIO DE PINTO

De Matteis (M5s) con interrogazione sulla piscina comunale chiede di sapere quando ci sarà l’affidamento della stessa

SAN NICOLA LA STRADA – L’apertura e la definitiva utilizzazione della piscina comunale è uno dei punti sul quale si stanno battendo sin dal loro ingresso nel Consiglio comunale i pentastellati del M4s con il loro portavoce Federico De Matteis. C’è da dire, però, che quando prese in mano il Comune di San Nicola la Strada, il Sindaco Vito Marotta trovò “in eredità” una piscina piena di debiti per lavori mai saldati, non c’era nessuna autorizzazione che ne consentisse l’apertura (agibilità, cpi), mancanza totale di cabina elettrica, mancanza copertura impermeabilizzata della struttura, mancata installazione dei contatori, non furono effettuati i lavori relativi alla rete del gas. Ora la struttura è pronta ma manca chi dovrà gestirla ed i centinaia possibili fruitori della stessa sono ancora costretti a recarsi a Caserta, dove ci sono due piscine. La gestione è un capitolo a parte: le ditte aggiudicatarie (le società Polisportiva S. Antimo e ASD Nuotatori Campani), con gara espletata prima dell’insediamento del primo cittadino, non hanno prodotto i documenti necessari per l’aggiudicazione definitiva e per la stipula del contratto. Pertanto, è stato necessario annullare l’affidamento ed è stato un bene, tenuto conto dei provvedimenti cautelari emessi dalla Procura distrettuale antimafia di Napoli nei confronti di alcune persone riconducibili alle società di cui sopra. Tuttavia, il Movimento 5 Stelle di San Nicola la Strada non si è arreso. Nel Consiglio Comunale del 29/05/2017, in risposta all’interrogazione prot. nr. 4470 del 15/03/2017 presentata dal Movimento 5 Stelle, l’Assessore ai Lavori Pubblici e vicesindaco Antonio Megaro affermava che la piscina comunale era in condizioni strutturali ottimali e che mancava solo l’affidamento in gestione tramite gara. Nello stesso Consiglio comunale l’Assessore ai Lavori Pubblici e vicesindaco Antonio Megaro dichiarava che  la gara per l’affidamento non poteva essere effettuata adducendo come motivazione il fatto che, con nota acquisita al ns. prot. n. 3752 del 06/03/2017, la Prefettura di Caserta Area II informava il nostro Ente, che la SUA, aveva rappresentato le proprie difficoltà ad assicurare il pieno assolvimento delle funzioni di Stazione Unica Appaltante, stante il considerevole numero degli enti interessati e i ristretti tempi prefissati per la gestione delle procedure di affidamento. Successivamente, in data 11/07/2017 con convenzione rep. nr. 8030 l’Amministrazione comunale stipulava la convenzione con la Stazione Unica Appaltante di Caserta, con presa d’atto e ratifica del Consiglio Comunale con delibera nr. 19 del 31/07/2017. Sinora, “….. ad oltre 4 mesi dalla stipula dell’accordo con la SUA” – ha scritto De Matteis in una interpellanza trasmessa al Sindaco, al Presidente del Consiglio ed alla Segretaria Generale, avv. Paola Miranda – “non ci è ancora noto se si sia provveduto a predisporre il bando di gara per l’affidamento della piscina pertanto abbiamo deciso di protocollare una interpellanza  per chiedere se ed in quali tempi intenda procedere con la gara per l’affidamento della piscina. Speriamo” – ha concluso il pentastellato – “che questa azione contribuisca a smuovere l’amministrazione ed a far partire la gara per l’affidamento per consentire finalmente alla cittadinanza di usufruire di un bene che ancora oggi costa 20.000 euro al mese di Mutuo contratto con la Cassa Depositi e Prestiti”. La piscina è un “gioiellino” per la Città di San Nicola la Strada, anche se non bisogna dimenticare che una vasca di appena 25 metri e ciò non consente a nessuna società di poter disporre di una squadra di pallanuoto e neppure di poter far allenare qualche atleta dotato di particolari capacità per sfondare a livello nazionale. Tutto ciò incide negativamente sugli eventuali introiti che avrebbe potuto chiedere l’amministrazione ad un maggior numero di società sportive, sarebbe stato sufficiente allungare la vasca sino a 33 metri. La struttura sorge su un lotto di proprietà comunale di 8.000 mq ed è costata circa 2.000.000 di euro, sul quale i cittadini sannicolesi pagano un mutuo mensile alla Cassa Depositi e Prestiti pari a ben 20.000 euro. Essa consiste in un unico corpo centrale, sviluppato su tre livelli di 900 mq. ciascuno, in cui si trovano due piscine, una da 25 metri (profondità 1,80 m.), l’altra, per i più piccoli (in grado di servire anche atleti diversamente abili), da 8 metri (profondità 0,80 m). Tra le pertinenze e le strutture annesse, troviamo un magazzino, servizi igienici, infermeria, spogliatoi, palestra, ufficio per il personale, zona ristorazione e una gradinata da circa 350 posti, la cui entrata è completamente indipendente da quella riservata agli atleti. All’esterno, infine, c’è un ampio parcheggio in grado di ospitare 170 posti auto.