SAN NICOLA LA STRADA. Indagati due funzionari della Reggia di Caserta per appalti sempre alle stesse ditte

Le dimissioni dell'ex assessore all'Urbanistica fanno ipotizzare che esse siano state date per non mettere in difficoltà il Sindaco ed il Partito Democratico sannicolese.

SAN NICOLA LA STRADA – Due funzionari della direzione della Reggia di Caserta sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere in ordine ad alcune procedure di aggiudicazioni sospette, risalenti agli ultimi due anni. Lo ha riferito l’Agenzia di stampa “AdnKronos” nella giornata di domenica 4 aprile 2019 ed ampiamente riportato da un quotidiano nazionale partenopeo, secondo il quale scrive: “….”, ed analoghe news sono apparse anche su numerosi altri quotidiani regionali e provinciali.

L’inchiesta, avviata da pochi mesi ed ora in evoluzione, è condotta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere che sta esaminando procedure di aggiudicazione ritenute sospette risalenti agli ultimi due anni. Appare sospetto, infatti, che sempre le stesse ditte si alternavano e continuavano ad aggiudicarsi gli appalti per gestire eventi, allestimenti e il servizio di pulizie. Quanto basta per ipotizzare che dietro ci fosse un disegno preciso: che i lavori venissero affidati, tramite qualche illecito favoritismo, ad imprenditori amici o che avessero a loro volta concesso qualche favore per aggiudicarseli.

I carabinieri del Comando Provinciale di Caserta avevano già acquisito dei documenti negli uffici dell’amministrazione nell’ambito dell’indagine, in particolare erano finiti nel fascicolo le assegnazioni di appalti su eventi e sui servizi di pulizia degli ultimi anni, tra cui alcune procedure che erano state individuate come potenzialmente anomale. La notizia di cronaca nera potrebbe rientrare nell’ambito delle quotidiane notizie di cronaca, ma lascia qualche perplessità il fatto che, a distanza di una settimana, l’ex assessore all’Urbanistica, “Responsabile della Valorizzazione presso la Reggia di Caserta” si sia dimesso.

Fermo restando che: sino a prova contraria e fino all’ultimo grado di giudizio “nessuno È COLPEVOLE”, la notizia in Città ha lasciato nei lettori ed in quanti conoscono Enzo Mazzarella un “sapore amaro” e “insinua il sospetto”. Infatti, le sue dimissioni fanno ipotizzare che esse possano essere state date per non mettere in difficoltà il Sindaco ed il Partito Democratico sannicolese. Per questo motivo, e riconoscendo che lo stesso è sicuramente innocente rispetto a quanto scritto dai quotidiani, pubblichiamo il testo del comunicato stampa diffuso dal Sindaco Vito Marotta sulle dimissioni di Enzo Mazzarella:

“Il 9 Aprile 2019, Vincenzo Mazzarella, storico esponente del PD sannicolese, ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di Assessore Comunale della Giunta guidata dal Sindaco Vito Marotta dove ricopriva la delega all’Urbanistica, Turismo ed Arte. Infatti, lo Storico dell’Arte in forza presso la Reggia di Caserta come “Responsabile della Valorizzazione”, considerato il sovrapporsi di numerosi impegni professionali, ha deciso di rinunciare alla delega conferitagli nel giugno del 2015. La importante decisione è stata presa anche alla luce del “gioco di squadra” interno al PD che Mazzarella ha inteso favorire per rafforzare il futuro del Partito mediante il coinvolgimento delle altre risorse all’interno del Partito stesso.

Non a caso, dopo aver sottoscritto la convenzione con l’Università per il PUC e dopo il lavoro svolto per ottenere un importante finanziamento regionale in materia di eventi turistici, si avvicenderà – pur garantendo la propria collaborazione all’Amministrazione sannicolese ed in particolare affiancando il Sindaco in materia di Turismo ed Arte – con il Consigliere Comunale Gaetano Mastroianni e con l’ingresso in Consiglio Comunale della militante Democratica Sofia Loffredo. Vincenzo Mazzarella: “Sono sinceramente soddisfatto del lavoro svolto fino ad oggi, nel quale trovo le motivazioni per proseguire un rinnovato impegno politico in collaborazione con il mio Partito e nell’interesse della nostra Città”.

Vito Marotta: “il gesto di Vincenzo di contribuire al rafforzamento della squadra del PD mi offre l’occasione di ringraziarlo pubblicamente per il proficuo lavoro svolto ed anche per la lealtà e l’affidabilità mostrata durante questi quattro anni di duro lavoro e di un cammino che viene da lontano e proseguirà ancora, più di prima”.